Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Prova MINI Cooper S Cabrio

Prova: MINI Cooper S Cabrio

MINI Cooper S Cabrio

02.07.2009

Proveremo a farlo, anche se ci sono pochi elementi che si possono aggiungere a un modello che si vende da solo. Giunta alla sua terza generazione e dopo oltre 160.000 esemplari venduti, MINI ha rinnovato la sua versione cabrio quattro posti intervenendo sulla carrozzeria, riducendone leggermente il peso e introducendo nuove misure di sicurezza.

Qualunque appassionato di automobili sogna di parcheggiare nel proprio garage una bellissima MINI Cabrio. A patto di disporre di almeno € 23.990 nel caso della Cooper e di € 28.390 per una Cooper S con equipaggiamento base.

Cooper S: grande cuore

Gallery: Prova MINI Cooper S CabrioPremettiamo che il modello decappottabile della MINI pesa 100 chili in più rispetto a quello normale. Sebbene possa sembrare il contrario, questo non impatta assolutamente sulle prestazioni della Cooper S, in grado di raggiungere i 222 km/h e reagire nello scatto da 0 a 100 in 7,4 secondi. Per coloro i quali hanno ancora dei dubbi, con il modello normale si registra praticamente la stessa velocità (225 km/h) e solo in accelerazione sarà leggermente migliore (7,1 secondi). In generale, è un’auto tanto brillante quanto efficiente e richiederà al conducente il controllo massimo dei suoi 174 CV supportati dai turbocompressi del sistema Twin Scroll.

Per quanto riguarda i consumi, sulla MINI Cooper S Cabrio è necessario tenere in considerazione due aspetti. Innanzitutto, è preferibile circolare con la capote abbassata su circuiti urbani, zone in cui il consumo di carburante è elevato (8,1 sulla scheda tecnica). In secondo luogo, in autostrada, ove la MINI Cooper S risulta particolarmente economica nonostante la sua potenza (5,4 litri), la resistenza aerodinamica pregiudica il dato. MINI assicura che i consumi prevedono 0,2 litri in più rispetto alla versione normale, anche se nel nostro caso è stato necessario un litro in più. Circolando con l’abitacolo coperto abbiamo registrato consumi medi di 6 litri in autostrada, a velocità comprese tra i 100 e i 120 km/h.

Sensazioni

Gallery: Prova MINI Cooper S CabrioCredo che non ci sia un’auto in grado di superare la MINI Cooper S Cabrio quanto a sensazioni di potenza, risposte sportive (a volte eccessive) di sterzo, freni e sospensioni, e divertimento al volante. É una condizione molto simile alla guida di un kart e, salvo rivali come la Mazda MX-5, è quasi impossibile trovarla in un’auto con questo prezzo, che non è poco. La facilità di gestione del volante è determinata dal servosterzo elettromeccanico attivo, una meraviglia in termini di assistenza, raro su un’auto con caratteristiche talmente sportive come questa. Al contrario, le sospensioni della Cooper S non sono pensate per gli amanti della comodità poiché sono piuttosto rigide e provocheranno più di un sussulto a bordo a fronte di un contatto quasi permanente delle ruote posteriori all’asfalto.

Una caratteristica che conserva della generazione precedente è la modalità Sport che consente di irrigidire lo sterzo o la risposta dell’acceleratore (la differenza si apprezza notevolmente, diversamente da altre auto sulle quali non sembra cambiare nessun aspetto della guida). Anche elementi raccomandabili come il cambio di marcia, il sistema Start/Stop o l’alternatore che immagazzina energia in frenata sono presenti e appartengono al pacchetto MINI relativo alle misure ecologiche.

In strada

Gallery: Prova MINI Cooper S CabrioAbbiamo fatto un viaggio di 700 km in autostrada, andata e ritorno, sempre con la capote alzata. All’interno viaggiavamo in tre con una valigia di grandi dimensioni e varie borse a mano. Alla fine, l’unico che ha ammesso di aver viaggiato effettivamente comodo è stato il conducente, poiché avere uno dei posti posteriori occupati obbliga a spingere molto in avanti il sedile del copilota e, pertanto, a dividere la lunghezza dell’auto in due parti uguali ma insufficienti.

La valigia è stata perfettamente sistemata sullo schienale abbattuto di uno dei sedili posteriori e le borse sono state poste sopra questa. Sebbene possa sembrare il contrario, non c’era visibilità attraverso lo specchio retrovisore interno (neanche sulla Cabrio è ottima). Circolando con la capote abbassata la visibilità viene meno, poiché gli archi di sicurezza e la forma in cui la tela si raccoglie annullano la visione dello specchio retrovisore.

Always Open

Gallery: Prova MINI Cooper S CabrioTutto ciò che si trova all’interno di una MINI, sebbene non sia utile, provoca assoluta ammirazione. Per questa ragione, sul modello decappottabile il marchio ha scommesso su un contatore minuti per calcolare quelli durante i quali si circola con la capote abbassata. Sebbene potesse essere sostituito da un computer di bordo più grande o un contagiri di maggiore qualità, risulta divertente e anche motivo per ritirare la tela in meno di 30 secondi. Affinché la capote si ripieghi è necessario tenere premuto l’apposito pulsante per tutto il tempo (non si può spingere il pulsante e ritirare la mano) e si può effettuare in movimento sino a 30 km/h. Positivo è il fatto che non occorre abbassare tutta la tela per godere di un po’ d’aria. La MINI Cabrio può scoprire solo la metà dell’abitacolo e circolare sino a quasi 120 km/h.

Le modifiche che sono state apportate per isolare l’abitacolo conferiscono una sensazione di qualità grazie ai materiali usati e anche al suono che si percepisce circolando in autostrada. Di fatto, se si acquista quest’auto per un utilizzo biposto, il comfort dei suoi due occupanti sarà buono. Durante il viaggio che abbiamo effettuato in tre persone, l’unico che praticamente non ascoltava le conversazioni nè la musica del lettore è stato colui che ha viaggiato nella parte posteriore.

Interni

Gallery: Prova MINI Cooper S CabrioCome di consueto sui modelli MINI, tutto risponde alla configurazione che il proprietario desidera. Il marchio ammette, infatti, che uno dei volumi di affari più importanti si concretizza al momento di personalizzare l’auto. Il nostro esemplare non era particolarmente decorato, però era dotato di controllo della trazione, differenziale autobloccante, sensore luci/pioggia, navigatore a colori, bluetooth e USB, equipaggiamenti non previsti tra gli elementi di serie. Il contatore Always Open, salvo amore a prima vista, non ci sembra raccomandabile vista la scarsa reale utilità che possiede. Il prezzo totale di questo esemplare con gli extra supera i € 30.000, una cifra già prossima a ciò che si pagherebbe per una MINI John Cooper Works Cabrio.

Sicurezza

La domanda è tipica sui modelli cabrio. Cosa accade se la MINI si capovolge? Oltre agli airbag frontali, laterali e al rinforzo della struttura del parabrezza, la nuova Cabrio possiede una protezione anticapovolgimento costituita da un unico elemento che si attiva quando il sistema elettronico individua una elevata probabilità di incidente con capovolgimento. Il tempo necessario per aprirsi è di 150 millisecondi, quasi impercettibile. MINI include di serie pneumatici runflat per evitare la ruota di scorta, un kit di riparazione forature e un sensore di perdita pressione pneumatici.

Bagagliaio

Gallery: Prova MINI Cooper S CabrioSe per bagagliaio intendiamo uno spazio per trasportare almeno una valigia, la MINI Cabrio semplicemente non ce l’ha. Pur di possedere una bellissima decappottabile con un motore eccezionale, il cliente di una MINI dovrà perfezionare la sua abilità all’atto di caricare tutta la sua roba per partire in viaggio. Due persone con bagaglio entrano normalmente perché il volume in questo caso è di 660 litri; tre persone con bagaglio viaggeranno a dura prova. Ci abbiamo provato, ma con quattro persone a bordo è impossibile percorrere più di 100 km. E tutto ciò nonostante il fatto che la nuova generazione di MINI offra 5 litri extra sul volume del bagagliaio e renda più agevole riempirlo grazie alla funzione Easy Load, che consente anche di sollevare leggermente la copertura superiore del vano di carico.

In sintesi

É tanto divertente e personalizzabile quanto cara. La Cooper S Cabrio, sebbene il suo prezzo ufficiale non superi i € 29.000, è un’auto da € 32.000 se desideriamo uscire dal concessionario con una vettura completa. Se, inoltre, desiderassimo il cambio automatico, sul conto finale dovremmo aggiungere ulteriori € 1.650. Pertanto, è un’opzione da tenere in considerazione qualora il denaro non fosse un problema e in caso di viaggi sempre da soli o in coppia. Il resto non ha rilevanza su una MINI. Non è necessario.

Gallery: Prova MINI Cooper S Cabrio

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.