Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Prova: Audi TT Coupè

Prova: Audi TT Coupè

Le cose migliori sono quelle giuste...

09.08.2007

L'Audi TT è stata un'icona del design, una vettura di culto, appena da migliorare. Si deve riflettere su quali caratteristiche debba avere il nuovo modello, sostenevano alla Audi. Adesso, è un bel pasticcio. La TT ora, ha un vero erede e alcuni fans del primo modello, ora stropicceranno gli occhi. Sebbene venga mantenuta la linea di fondo della Ur-TT, il nuovo modello si presenta ancora più moderno, elegante e slanciato.

Prova Audi TT CoupèUna nuova generazione necessariamente deve presentare un paio di modifiche, come appunto in un lifting. Quindi, nessuna meraviglia se la TT si presenta chiaramente trasformata. Naturalmente è più grande e ovviamente ha il caratteristico single-frame. Ha un aspetto più aggressivo di una Q7, mantenendo tuttavia una connotazione familiare nella parte posteriore.

Il frontale e la parte posteriore della macchina

Mentre la linea laterale ricorda molto quella della versione precedente, le nuove caratteristiche sportive, sono visibili soprattutto nel frontale. Occhi a mandorla conferiscono uno sguardo "cattivo" alla griglia aggressiva, e con ciò, la devozione all'icona è storia. I fanali posteriori del nuovo modello, presentano il taglio tipico di quelli della TT, senza rappresentare una grossa rottura per il frontale aggressivo della macchina. Tuttavia, il design Nuvolari (presente dalla A3 Sportback, alla A4 fino alla A6 Avant e alla Q7) qui, non compare e entrambi i fanali sono gli stessi della già nota Q7.

Interni e motore

Prova Audi TT CoupèAll'interno si respira leggerezza: classici climatizzatori automatici circolari della TT, piccolo volante sportivo, cambio rapido, classici motivi circolari e consolle centrale orientata verso il conducente, punto. La carrozzeria della compatta 2+2, è costituita dalla struttura Space Frame (ASF) della già nota A8, che utilizza componenti in alluminio e acciaio. Questi ultimi si trovano nella parte posteriore della vettura per una migliore distribuzione dei pesi sugli assi. Due potenti motori: il TFSI di 2,0 litri, già provato nella A3 e A4 con i suoi 200 CV (velocità massima 240 km/h, "0 - 100" in 6,4 secondi) e il 3,2 litri 6 cilindri V6 da 250 CV, già conosciuto su altri modelli (250 km/h di velocità massima, "0-100" in 5 secondi) che, nonostante il rendimento molto convincente rappresentano solo l'accesso alla categoria. Entrambe le motorizzazioni, sono dotate di cambio manuale a 6 marce di serie, mentre come optional si può avere il cambio dinamico a doppia frizione S tronic. La trasmissione sulle quattro ruote motrici permanente, rimane riservata esclusivamente al modello Top di gamma. Optional è anche il sistema di sospensioni "Magnetic Ride". Questo sistema adattivo, secondo la situazione di marcia o i desideri del conducente, dovrebbe permettere alla macchina di affrontare le curve più impegnative con il massimo confort.

Bilancio

La nuova TT spaventa o entusiasma i fans? Saranno loro a deciderlo.

I nuovi clienti, per i quali la TT toglie terreno alla Zs, alla RXs e alla Breras, applaudiranno. Si dovrà aspettare l'autunno però, per l'uscita sul mercato delle nuove TT. I prezzi indicativi saranno compresi tra 30.000 euro (2.0 TFSI) e circa 40.000 euro (3.2 quattro). La versione Roadster verrà offerta solo successivamente.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.