IAA 2009
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Prototipi & Concept VW L1

Prototipi & Concept: VW L1

VW L1

26.10.2009

Da qualche tempo, con la Prius da 4 litri, Toyota può vantarsi di avere nella gamma una delle auto più parsimoniose in assoluto. Ora però il primato della casa giapponese è insidiato da Volkswagen che, con la Golf Bluemotion, ha già nella gamma un’auto dal consumo di appena 3,8 litri. La grossa novità è stata però presentata in occasione dell’IAA: con la L1 il sogno dell’auto da un litro ha compiuto un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione.

VW ha annunciato che le parti che compongono la L1 hanno quasi raggiunto la maturità per la produzione di serie, senza però fare alcun cenno alla possibile data di lancio sul mercato. Alcune indiscrezioni, però, fanno capire che il 2013 potrebbe essere l’anno del debutto.

Inizio del futuro

Gallery: Prototipi & Concept VW L1Di fatto però il futuro è iniziato già 7 anni fa. Nel 2002 Ferdinand Piëch aveva percorso un tratto di circa 200 km a bordo di un prototipo realizzando un consumo di circa 1 litro ogni 100 km. Allora però la produzione della carrozzeria in plastica rinforzata con fibra di carbonio (CRP) era improponibile, tanto era costosa. La casa di Wolfsburg ha continuato a lavorare all’idea, ed ora con la L1 presenta la seconda parte del colpo di genio.

Ulrich Hackenberg, presidente della Divisione sviluppo, puntualizza che anche oggi i costi di produzione rappresentano una sfida non indifferente. Come sul prototipo di 7 anni fa, anche sulla L1 la carrozzeria, lunga 3,80 metri ed alta soltanto 1,14 metri, è realizzata in CRP. In effetti, soltanto grazie a questo materiale estremamente leggero è possibile realizzare un peso complessivo di appena 380 kg, di cui 124 sono appannaggio del monocoque.

Ispirata dagli alianti

Gallery: Prototipi & Concept VW L1La forma “a sigaro“ della L1 si ispira al design tipico degli alianti, che in materia di aerodinamica non accettano compromessi. I due passeggeri prendono posto uno dietro l’altro, consentendo così di ridurre la larghezza ad appena 1,20 metri, quindi una superficie che oppone pochissima resistenza all’aria. Il coefficiente di aerodinamicità è di circa 0,195. Anche le modalità di accesso a bordo di questo prototipo, attraverso il tettuccio ad apertura laterale, sono ispirate dagli alianti, mentre il vano portabagagli, dalla capacità di 50 litri, ricorda quello degli aerei molto stretti.

In questo prototipo futuristico l’apparato di propulsione, completamente ibrido, è montato nella parte posteriore, che, nella fattispecie alloggia TDI, motore elettrico e cambio a sette marce. Il fiore all’occhiello è costituito dal motore diesel da due cilindri ad iniezione Common Rail di nuovo sviluppo. Questo motore ad accensione spontanea dalla coppia di 100 Newtonmetri deriva dal 1.6 TDI presentato di recente. La sua cilindrata di 0,8 litri sviluppa rispettivamente 27 CV in modalità standard e 39 CV in modalità Sport. Quest’ultima viene attivata ad esempio per raggiungere la velocità massima di 160 km/h. Riguardo allo sprint VW dichiara un’accelerazione da 0 a 100 km in 14 secondi.

Puramente elettrica

Gallery: Prototipi & Concept VW L1Il nuovo motore diesel, dotato di dispositivo di accensione e spegnimento, è coadiuvato da un motore elettrico da 14 CV, che attinge la propria potenza da una batteria al litio-ione applicata nella parte anteriore, che provvede anche ad alimentare la rete di bordo da 12 Volt. Questo motore elettrico interviene durante l’accelerazione e in modalità standard, aumentando la coppia disponibile all’incirca del 40%.

Le sue prestazioni non sono però limitate alla funzione di supporto, bensì è in grado di provvedere in modo autonomo alla marcia della L1. I tratti brevi possono essere percorsi in modalità puramente elettrica e, nei tratti che richiedono frenate frequenti, funge da generatore che ricarica la batteria, sgravando quindi ulteriormente il motore diesel.

Consumo minimo

L’interazione di aerodinamicità ottimale della carrozzeria ed efficienza della propulsione diesel ibrida consente di ottenere un consumo di carburante estremamente ridotto, precisamente di 1,38 litri ogni 100 km, con un’emissione di appena 36 grammi di CO2 ogni 1.000 metri percorsi. Anche le dimensioni del serbatoio sono ridotte: a bordo della L1 vi sono soltanto 10 litri di gasolio, che in ogni caso danno all’auto un’autonomia di circa 670 km. (mg)

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.