IAA 2011
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Prototipi & Concept Citroën Tubik Concept

Prototipi & Concept: Citroën Tubik Concept

Ritorno al passato

13.09.2011

Citroën aveva voglia di rispolverare uno dei suoi migliori ricordi. Al Salone di Francoforte 2011, il marchio francese torna a puntare sul lato più ludico e riscatta una vecchia legenda degli anni 40, il Type H conosciuto dai suoi proprietari come TUB. Le ragioni del soprannome sembrano più che evidenti.

Nonostante l’aspetto rude, le sue linee furono una delle chiavi del suo successo a quell’epoca e Citroën ha voluto conservare gli aspetti basilari che la caratterizzavano. È una maxi monovolume che offre la capienza di 9 passeggeri e che misura 4,80 metri di lunghezza. Quanto alle restanti misure, sia l’altezza (2,05 m) che l’ampiezza (2,08 m) denotano che i lavori aerodinamici sono stati totalmente secondari e che l’unica cosa importante è la comodità di viaggio e la funzionalità.

Interamente modulabile

Gallery: Prototipi & Concept Citroën Tubik ConceptPer l’accesso sono state installate solo due porte, una destinata ai passeggeri, che si apre completamente verso l’alto formando un piccolo tetto, e un’altra per accedere al posto di guida che si apre spostandosi verso avanti e verso l’alto. Lo spazio per gli occupanti è distribuito su tre file con tutti i sedili singoli che possono essere modulati in base alla necessità di posti, comfort e spazio del bagagliaio. In questo modo, la fila anteriore può essere modificata e posizionata in senso contrario alla marcia, mentre la seconda fila può essere trasformata in un tavolo, può essere nascosta sotto la fila posteriore per lasciare uno spazio libero di 2 mq, oppure i suoi sedili possono essere stesi fino a una posizione orizzontale dove possono dormire tre persone.

Gallery: Prototipi & Concept Citroën Tubik ConceptParticolare attenzione merita anche il posto di guida, che si chiama “Cyclotron” e che è stato isolato dal resto dell’abitacolo mediante una struttura circolare molto grande. Teoricamente, questa soluzione è studiata per mantenere l’attenzione del conducente sulla strada e a tale scopo è stato installato un sistema di proiezione delle informazioni sul parabrezza.

Hybrid4

Citroën ha equipaggiato questa concept car con il noto sistema di ibridazione di motori diesel ed elettrico, sebbene la potenza ottenuta non sia stata ancora rivelata. Si tratta di due unità collocate su differenti parti della carrozzeria, il diesel va collocato davanti e l’elettrico nella parte posteriore per essere attivato separatamente da questo asse.

Gallery: Prototipi & Concept Citroën Tubik ConceptPer quanto concerne le sospensioni, il costruttore ha annunciato che la Tubik presenta sospensioni idroattive grazie alle quali si riesce a mantenere sempre un’altezza libera al suolo costante, indipendentemente dalla velocità e dal livello di carico dell’abitacolo quando non si circola a una velocità elevata. D’altra parte, come di consueto su questi prototipi, i cerchi hanno dimensioni non comuni (22 pollici). Gli pneumatici sono a bassa resistenza al rotolamento.

La Tubik è presente allo stand Citroën al Salone di Franbcoforte, dal 15 al 25 settembre.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

BMW – Scopri il mondo BMW

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.