Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Primo contatto: Volkswagen Golf

Primo contatto: Volkswagen Golf

20 anni di trazione integrale

24.02.2007

Era il 1986 quando il segmento delle vetture compatte si arricchiva della Golf syncro con trazione integrale. Oggi, a distanza di venti anni, la Volkswagen offre la trazione integrale anche su Passat, Sharan, Multivan, Touareg e Phaeton. La trazione integrale offre sicurezza e per apprezzare tale dote

è sufficiente anche un acquazzone estivo. Ovvio che con l'arrivo della stagione fredda le condizioni di guida peggiorano a causa delle temperature rigide e il manto stradale gelido diventa più insidioso anche se asciutto, la neve e la pioggia peggiorano la situazione. Tuttavia non tutti i Costruttori offrono la sicurezza della trazione integrale per i propri modelli a larga diffusione.

Primo contatto Volkswagen GolfVolkswagen ha sempre creduto nelle quattro ruote motrici e da più di vent'anni iniziando dalla Golf, la propone nelle sue vetture. Oggi, Volkswagen offre a

listino le versioni 4Motion di Passat, Sharan, Touareg, Phaeton, Multivan, Caravelle e persino di un veicolo da lavoro come il Transporter.

Nel 1986 venne commercializzata per la prima volta la Golf dotata di trazione integrale chiamata "syncro". Anche in quel caso, la Volkswagen offrì le più innovative tecnologie sul suo modello di più larga diffusione. Con la Golf syncro venne data agli automobilisti l'opportunità di acquistare a un prezzo concorrenziale un'automobile dotata della trazione integrale, in grado di affrontare con maggiore sicurezza le condizioni stradali più difficili. In realtà nel 1984 venne lanciata una Volkswagen 4x4: la Passat Variant GT syncro il cui sistema di trazione integrale si rivelò molto efficace ma gravato da costi di produzione troppo elevati per pensare di trasferire la medesima tecnologia sulla Golf. Per proporre una Golf syncro a un prezzo concorrenziale, venne pertanto sviluppata una nuova soluzione che prevedeva l'impiego di un giunto viscoso. Già dal 1985 il sistema venne installato sul Transporter e poi fu perfettamente adattato per l'utilizzo sulla Golf. Nella trazione integrale syncro grazie al giunto viscoso tutto avveniva in modo completamente automatico, senza bisogno di interventi da parte del guidatore.

Primo contatto Volkswagen GolfIl liquido (al silicone) contenuto nel giunto viscoso permetteva durante la guida in curva di far girare l'asse anteriore e quello posteriore ad una differente velocità. Se necessario, in caso di scarsa aderenza da parte dell'asse anteriore, la forza motrice veniva trasferita al 100% sull'asse posteriore. Lo stesso principio venne più tardi introdotto anche sul Transporter T4 a motore anteriore e sulla Golf terza generazione. La carriera del giunto viscoso continuò fino all'introduzione di sistemi elettronici più avanzati per il controllo della stabilità come l'ESP, montato sulla quarta generazione della Golf. Contemporaneamente il nome "syncro" scomparve dalle targhette identificative delle vetture. La trasmissione 4x4 Volkswagen con differenziale a giunto viscoso, tracciò la strada per lo sviluppo di un sistema più evoluto di trazione integrale: il 4Motion che debutta sulla Golf IV nel 1998.

Oggi anche Passat, Sharan e Multivan lo utilizzano. Il dispositivo si basa su una frizione multidisco Haldex a controllo elettronico che mette in contatto l'asse anteriore con quello posteriore. Quando le ruote anteriori girano a una velocità superiore a quelle posteriori, la pompa dell'olio con pistone anulare, che fa parte del sistema, produce la quantità di pressione sufficiente a "chiudere" la frizione affinché una certa quantità di coppia venga trasferita all'asse posteriore. Uno dei principali vantaggi del 4Motion è che la sua gestione elettronica riesce a "dialogare" con altri dispositivi come ABS e ESP, a tutto vantaggio di un'integrazione perfetta ed estremamente efficace delle varie funzioni. Per esempio, l'ESP può interagire con il funzionamento della trazione 4Motion e, se verifica che la vettura sta perdendo stabilità, interviene aprendo una valvola posta tra la pompa dell'olio e la frizione Haldex così da abbassare la pressione e interrompere il flusso di coppia all'asse posteriore. In tal modo, l'ESP può agire frenando le singole ruote secondo necessità per correggere la tendenza alla sbandata.

Oggi in Italia, la Golf 4Motion è offerta in abbinamento con i motori benzina 2.0 FSI 150 CV e Turbodiesel 1.9 TDI 105 CV e 2.0 TDI 140 CV. Prezzi a partire da 22.800 Euro.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.