Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Primo contatto: Seat Ibiza Sportcoupé

Primo contatto: Seat Ibiza Sportcoupé

Alla scoperta del nome

25.08.2008

Sono trascorsi solo tre mesi dall'introduzione sul mercato della quattro porte e la Seat già propone l'Ibiza in una versione due a porte. Molti sono gli elementi derivati dal prototipo “Bocanegra” presentato da Seat all’ultimo Salone di Ginevra. Tuttavia definire l’Ibiza SC una coupè sportiva è forse un po’ azzardato.

A mio avviso una Seat Ibiza a due porte difficilmente potrà essere una coupé ma per la Seat è irrilevante. La piccola vettura spagnola è moderna ed elegante, anche se non si può dire che sia veramente piccola. La Ibiza „SportCoupé“ misura infatti poco più di quattro metri.

Qualche compromesso

Primo contatto Seat Ibiza SportcoupéL'abitacolo è paragonabile a quello di una quattro porte, tuttavia , la dotazione di serie non include la funzione addizionale dell'ausilio elettrico Easy-Entry per la salita. Un tetto con linea pendente esige qualche compromesso. L’abitacolo ottimamente lavorato, in cui spiccano i materiali lucidi applicati sull'impianto radio e sul climatizzatore e le bocchette d'aria circolari, a richiesta, può essere ordinato in due colori alternati.

Primo contatto Seat Ibiza SportcoupéVengono inoltre proposte tre linee di dotazione. La versione di base Reference comprende di serie sei airbag, l’ESP e un dispositivo di ausilio per la partenza in salita. La dotazione della Ibiza può comunque essere ampliata aggiungendo le luci allo xenon e il sistema di navigazione TomTom. Gli eventuali fari fendinebbia fungono contemporaneamente da luci di curva. Gli specchietti retrovisori verniciati nel colore della carrozzeria sono invece disponibili di serie nella versione Stylance e nella versione sportiva. .

Primo contatto Seat Ibiza SportcoupéFra le tre versioni, quella sportiva è senz'altro la più raccomandabile, anche per coloro che non prediligono uno stile di guida sportivo, per i cerchioni in lega da 16 pollici con pneumatici da 215, per gli eccellenti sedili sportivi e per il maneggevole volante sportivo. L'assetto dell’autotelaio, in combinazione con le bellissime ruote da 17 pollici disponibili dietro sovrapprezzo, è ben riuscito e, in questo caso, è consigliabile scegliere la modalità standard.

Senza sovrapprezzo

Nella versione sportiva si ha la possibilità di scegliere, senza sovrapprezzo, un assetto estremamente rigido e un assetto solo rigido, chiamato “Comfort”. Tutti i passeggeri saranno senz'altro lieti di viaggiare in un veicolo dalla tenuta di strada bilanciata, molleggiata e sicura. Il docile sterzo si lascia infatti manovrare comodamente. Seat ha pensato anche alle situazioni di emergenza. In tutte le versioni ha installato di serie e non disattivabile, il dispositivo di salvataggio ESP. L’ASR è invece disattivabile.

Cambio DSG con motore aspirato

Primo contatto Seat Ibiza SportcoupéIn questa occasione, abbiamo scelto il motore a benzina da 1600 cc, attualmente il più potente sul mercato. La scelta non è certamente stata immotivata. Questo motore è l'unico ad essere compatibile con il cambio DSG a sette marce e, oltre a ciò, avevamo la possibilità di effettuare un confronto diretto tra un cambio manuale a cinque marce e un cambio DSG a sette marce. A coloro che acquistano la versione con motore da 1600 cc consigliamo sempre di scegliere il cambio DSG.

Il cambio meccanico diretto a sette marce viene per la prima volta combinato con un motore aspirato a quattro cilindri; questa combinazione convince su tutta la linea. I tempi di cambiata sono brevi, sebbene sia necessario 1/10 di secondo per ripristinare la trasmissione di forza. Ciò è da ricondursi maggiormente alla cilindrata e al motore a quattro cilindri. 105 CV e 153 Newtonmetri, non sono certo i migliori presupposti per un tipo di guida sportiva.

Primo contatto Seat Ibiza SportcoupéCon un peso di 1100 kg, 105 CV sembrano essere pochi. Il cambio DSG consente alla vettura spagnola di scattare da 0 a 100 in 10 secondi. Secondo quanto dichiarato dalla Seat, la Ibiza consumerebbe 6,7 litri di benzina super, vale a dire 0,1 litri in più rispetto alla versione con cambio manuale a cinque marce.

Motorizzazioni

Primo contatto Seat Ibiza SportcoupéLa gamma motori offre quanto segue: una versione a 4 cilindri da 1400 cc con 85 CV e due motori TDI da 1900 cc con rispettivamente 90 CV e 105 CV, che in questa categoria di veicoli e in considerazione degli attuali prezzi dei carburanti svolgeranno però un ruolo di scarsa importanza. Bisognerà aspettare la fine del 2008, per avere il cambio DSG. In questo lasso di tempo faranno seguito le versioni più potenti battezzate come FR e Cupra. Entrambi i modelli vengono azionati da un motore TSI da 1400 cc.

Tirando le somme

Il nuovo due porte della Seat si chiama SportCoupé e con il suo aspetto dinamico, moderno ed elegante, mostra comunque caratteristiche chiaramente sportive abbinate a un'ottima tenuta di strada che non mette disparte il comfort. La Seat ha realizzato una buona vettura. La due porte con cambio DSG, che a partire dalla fine del 2008 verrà installato per la prima volta solo nella versione a benzina da 1600 cc, si rivela una vera e propria alternativa alla concorrenza.

Primo contatto Seat Ibiza Sportcoupé

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.