Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Primo contatto Peugeot Metropolis

Primo contatto: Peugeot Metropolis

La soluzione al traffico cittadino

30.07.2013

Peugeot vanta più di un secolo di esperienza sia sulle due che le quattro ruote. Non sorprende, quindi, che si sia avvalsa di tutte le conoscenze accumulate da entrambe le sue principali divisioni, Auto e Scooter, per offrire un veicolo innovativo come l'ultimo Metropolis. Immatricolato come quadriciclo leggero, può essere guidato con la patente B, si tratta dello scooter a tre ruote più equipaggiato e avanzato del momento.

Le prime notizie riguardanti il progetto di Peugeot risalgono a quasi tre anni fa. Solo in occasione del salone EICMA 2012 è stata però presentata la versione definitiva del nuovo Metropolis.

Gallery: Primo contatto Peugeot MetropolisLa grande richiesta in patria è stata la causa del ritardo delle consegne negli altri paesi, Italia compresa, dove arriverà a settembre; la Casa francese è orgogliosa di poter affermare che si tratta di un prodotto completamente Made in France con rifiniture e comodità molto più simili a quelle di un'automobile piuttosto che ad uno scooter.

Diversamente da quanto qualcuno potrebbe pensare, il marchio del leone rampante non è una casa automobilistica che propone scooter come se fosse un hobby, è infatti un'azienda molto competente anche per quanto riguarda la realizzazione di biciclette elettriche e scooter a due e tre ruote; un marchio globale sotto tutti gli aspetti.

Peugeot si è fatta spazio nel mercato degli scooter, è il quarto costruttore europeo di questo tipo di veicoli e dispone della gamma più variegata tra i 50 e 400 cc. Inoltre, la categoria degli scooter a tre ruote, sebbene sia ancora piuttosto minoritaria, sta seguendo una tendenza positiva e costante in questi ultimi anni, confermandone quindi il grande potenziale.

Il Metropolis sarà commercializzato al prezzo di 7.720 Euro, compresi ben quattro anni di garanzia e due anni di assistenza stradale e saranno proposte sino a sei varianti di colore, due delle quali includono anche rifiniture RS che ne enfatizzano la sportività.  

Metà scooter e metà auto

Gallery: Primo contatto Peugeot MetropolisNonostante sia chiaro che si tratti di un maxi-scooter, il Metropolis ha tutti i requisiti necessari affinché non occorra avere il patentino da moto, fattore molto importante visto il target al quale intende rivolgersi. A tal proposito, include luci diurne a LED (Daytime Running Light), indicatori di direzione indipendenti da moto, sensori di controllo pressione per i pneumatici e il freno a pedale, posto sulla pedana piatta agisce su tutti e tre i dischi dei freni (due da 200 mm davanti e uno da 240 mm dietro), togliendo al pilota l'incombenza di dover pensare a quale ruota frenare come su una moto; lo stesso effetto si può ottenere con la leva sinistra.

Questa novità di casa Peugeot offre così tante comodità al punto di dubitare che si stia guidando realmente uno scooter. Per fare un banale esempio, il parabrezza si può regolare rapidamente in modo manuale, nel pieno stile delle grandi moto touring o maxitrail. Allo stesso modo è possibile variare la posizione del supporto lombare fino a 400 mm, in modo da adattarlo alla taglia del conducente. Altre caratteristiche molto interessanti sono il freno di stazionamento elettronico, semplice da attivare mediante un pulsante posto al centro del manubrio; il sistema di accensione con chiave intelligente, che rileva la propria presenza a un metro e mezzo di distanza; l'esaustivo computer di bordo che, ovviamente, non poteva non assomigliare maggiormente a quello di un'automobile anziché di uno scooter; un bagagliaio molto capiente e di facile accesso, ove è possibile riporre un casco integrale insieme a uno jet e persino un'autonomia considerevole, poiché secondo il marchio i 13,5 litri del suo serbatoio dovrebbero consentire di percorrere circa 300 km.

Interamente made in France

Gallery: Primo contatto Peugeot MetropolisPer quanto riguarda il motore, per la prima volta progettato interamente da Peugeot, monta un monocilindrico da 399 cc a bassa frizione con 37,2 CV di potenza e una coppia di 38,1 Nm. In questo modo, nonostante gli oltre 250 kg di peso a secco, offre prestazioni più che buone per la mobilità giornaliera, sia questa in autostrada o in città. Il marchio si azzarda anche ad affermare che il consumo medio è di 4,2 litri, il che sarebbe certamente un record. Per riuscirci il Metropolis si serve di una distribuzione con bilancieri a rullini e di un moderno sistema a iniezione fabbricato dalla Dell'Orto. Per evitare le vibrazioni, dovute dalla generosa cilindrata dello scooter, Peugeot ha montato un contralbero di bilanciamento e un sistema di fissaggio al telaio mediante doppia bielletta.

Il sistema di sterzo/sospensione DTW (Dual Tilting Wheels), presente sul Metropolis, è composto da una doppia triangolazione con due ammortizzatori di inerzia e un mono-ammortizzatore idraulico che li unisce. Questo permette anche di bloccare il rollio a bassa velocità grazie al sistema Anti-tilting, molto utile per esempio ai semafori, poiché consente di non dover mettere un piede a terra, o anche quando ci si ferma, in quanto non è necessario sollevarlo su un cavalletto centrale.

Gallery: Primo contatto Peugeot MetropolisPer attivare in modalità manuale questo sistema di bloccaggio del rollio, la velocità non deve superare i 10 km/h, il motore deve stare sotto i 2.800 giri e il conducente deve essere seduto. Mentre per disattivarlo è possibile farlo automaticamente aprendo il gas, oppure in modo manuale premendo nuovamente il pulsante di attivazione. Un sistema, chiaramente, che non solo offre una migliore aderenza su terreni difficili e sdrucciolevoli ma anche una frenata due volte più potente e decisa , non a caso ha due ruote davanti in grado di dare sicurezza a qualsiasi conducente privo di una precedente esperienza di guida di moto. Metropolis, fondamentalmente, cerca di rendere la vita più facile a chi preferisce prima di tutto la comodità della propria automobile, affinché si inizi a essere stufi delle solite perdite di tempo, come quando si cerca parcheggio o si tenta di muoversi con agilità attraverso gli ingorghi, tanto per citare i due esempi più classici.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.