Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Primo contatto: Novità: La Audi Q7 4.2 TDI

Primo contatto: Novità: La Audi Q7 4.2 TDI

Il motore diesel più potente al mondo

11.05.2007

Audi presenta il SUV con motore diesel più potente al mondo che sarà disponibile sul mercato a partire dall’estate 2007. Potenza ed efficienza sono gli attributi che meglio descrivono questa vettura dotata di un V8 4.2 TDI da 240 kW di potenza (326 CV).

Design possente e rotondità scultoree rivelano già il carattere della Audi Q7. La linea del tetto è fluida e slanciata ed il rapporto particolare che si crea tra la porzione di fiancata in lamiera molto alta e la fascia stretta dei finestrini, sono segni distintivi del carattere sportivo di questo SUV ad alte prestazioni. Anteriormente slanciata, la Audi Q7, mostra anche nel posteriore la sua dinamicità grazie ai montanti fortemente inclinati che modellano la sagoma di una coupé. Con un passo di 3002 mm, il  SUV Audi, è lunga 5086 mm, larga 1983 mm e alta 1737 mm: misure che la pongono ai vertici della concorrenza nella sua categoria. La carrozzeria, realizzata in struttura leggera d’acciaio con l’impiego di acciai ad altissima resistenza e in alluminio, soddisfa i massimi requisiti di rigidità e sicurezza antiurto. Altri elementi distintivi sono rappresentati dai terminali di scarico simmetrici e dal diametro di 100 mm. I cerchi sono in alluminio fucinato da 18 pollici con design a sette razze calzanti pneumatici nel formato sportivo 255/55. I quattro dischi freno, sono auto-ventilanti e di grandi dimensioni. Le ruote anteriori hanno un diametro di 350 millimetri e le posteriori, di 358 mm. Le pinze anteriori sono dotate di sei pistoncini che trasmettono la pressione frenante ai dischi, soluzione questa, mutuata dal settore delle auto sportive.

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDITutte le ruote hanno sospensioni indipendenti a quadrilateri; i componenti degli assi sono in gran parte in alluminio. Lo sterzo servotronic, con servosterzo variabile in funzione della velocità e rapporto di trasmissione variabile, crea un rapporto estremamente diretto e preciso tra il guidatore e la strada. L’apertura e la chiusura del cofano bagagliaio, con angolo di apertura programmabile a piacere, sono azionate da due motorini elettrici. Il portellone in alluminio confluisce fin nelle fiancate: una struttura articolata che è stata possibile solo grazie all’ampia competenza acquisita dal Marchio nella costruzione in alluminio. Sotto il gruppo ottico posteriore destro campeggia la sigla del motore Diesel più potente del marchio Audi. Capolavoro d’ingegneria, l’otto cilindri HighTech colpisce non solo per la straordinaria potenza, ma anche per l’elevato rendimento. In media consuma infatti solo 11,1 litri di gasolio per 100 chilometri. Con una cilindrata di 4,2 litri questo otto cilindri, già impiegato sulla ammiraglia di lusso A8, eroga una potenza di 240 kW (326 CV) e sviluppa una coppia di 760 Nm, sempre disponibile tra 1800 e 2500 giri: valori che collocano la Audi Q7 4.2 TDI al livello di una vera auto sportiva. Accelera da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi e raggiunge la velocità massima di 236 km/h, facendo registrare prestazioni da record. Il basamento è in ghisa grafitica vermicolare con carbonio in forma lamellare, materiale questo altamente tecnologico e molto resistente che consente di ridurre il peso del motore: 257 chilogrammi sono un valore molto contenuto per questa categoria di potenza.

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDIIl sistema d’iniezione Common Rail è dotato di iniettori piezoelettrici in linea, di piccole dimensioni e leggeri, caratterizzati dalla massima velocità e precisione di funzionamento, che permettono di eseguire fino a cinque fasi di alimentazione per ciclo con una pressione di 1600 bar. Due turbocompressori con geometria variabile delle turbine assicurano pienezza di coppia ai bassi regimi e una possente erogazione di potenza a regimi più elevati. Grandi intercooler abbassano poi la temperatura dell’aria compressa. In qualsiasi fascia di regimi il guidatore ha sempre a disposizione una grande capacità di ripresa. A 3750 giri il V8 eroga una potenza massima di 240 kW (326 CV). Il V8 Diesel più potente in assoluto nel segmento dei SUV assicura alla Audi Q7 le prestazioni più sportive tra tutti i motori ad accensione spontanea di questo segmento. La trasmissione è affidata al cambio automatico tiptronic a sei rapporti e alla trazione integrale quattro di impostazione sportiva che in condizioni di marcia normali trasmette il 40 per cento della coppia alle ruote anteriori e il 60 per cento a quelle posteriori. Le sospensioni pneumatiche “Audi adaptive air suspension”, di serie nella Audi Q7 4.2 TDI, risolvono un classico conflitto in quanto conciliano un handling dinamico con il comfort di marcia tipico della categoria premium.

Il telaio completa il carattere dinamico della Audi Q7 4.2 TDI., che si dimostra all’altezza della situazione sia su fondi fortemente irregolari, che sulle strade asfaltate dove le sue qualità di handling, di sicurezza e di comfort definiscono nuovi standard. Questi eccellenti atout vengono completati dall’adaptive air suspension, che viene fornito di serie. Il guidatore può scegliere fra tre diverse modalità (“dynamic”, “comfort” e “automatic”) che vanno da un’impostazione sportivamente rigida a un’impostazione maggiormente orientata al comfort. Considerando anche la modalità “offroad” e la modalità “lift”, sono cinque i livelli su cui il sistema permette di fissare l’altezza della carrozzeria. Con 205 mm di altezza dal suolo, la modalità “offroad” consente di superare anche i terreni più irregolari. Per una maggiore comodità nelle operazioni di carico/scarico, la soglia del bagagliaio può essere abbassata di 71 mm.

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDIQuesta versione Diesel top di gamma, offre un equipaggiamento comfort di serie di massimo livello. Nella dotazione di serie figura il pacchetto “Design pelle” che crea una particolare armonia all’interno dell’abitacolo grazie all’equilibrio degli abbinamenti. Comprende rivestimenti dei sedili in pelle Cricket, fortemente zigrinata, e inserti in alluminio argentato o nelle qualità di legno radica di noce color naturale, tamo (frassino giapponese) marrone scuro e frassino olivato beige. Le bordature delle bocchette d’aerazione sono in look alluminio; il vano piedi è rivestito in velluto o con tappeto Fresko. Come optional sono disponibili altri otto pacchetti design. Ed ancora i sedili anteriori sono riscaldabili; un computer di bordo visualizza tutte le informazioni importanti nel campo visivo del guidatore, e un sistema di regolazione della velocità garantisce un comfort ancora maggiore. Il volante multifunzione in pelle consente di gestire la radio e, come optional, il telefono cellulare e il sistema di comandi vocali.

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDIOgni viaggio a bordo della nuova Audi Q7 4.2 TDI, sarà confortevole e più sicuro che mai visti i sei airbag, e una novità nell’ambito dei sistemi di assistenza di ultima generazione: l’“Audi lane assist”. Disponibile in combinazione con il volante multifunzione a quattro razze, riconoscendo le linee di demarcazione stradale grazie a una videocamera che analizza la strada davanti alla vettura, il dispositivo, informa il guidatore a partire da circa 65 km/h di velocità, quindi su strade extraurbane, se sta inavvertitamente abbandonando la corsia di marcia. Se infatti  il sistema è attivato e non è stata azionata la freccia, il guidatore viene avvisato mediante una leggera vibrazione dello sterzo pochi istanti prima del superamento della linea di demarcazione riconosciuta. Mediante l’Audi MMI è possibile impostare tre diversi livelli di attivazione della segnalazione che può avvenire, in base alle preferenze, in modo più o meno tempestivo. Il sistema adegua la sensibilità di avviso in base all’impostazione scelta e all’angolo di avvicinamento alla linea di demarcazione riconosciuta. L’“Audi lane assist” rappresenta l’ultimo sviluppo nel campo dei sistemi di assistenza, ambito in cui il Marchio ha aperto negli anni molte nuove frontiere. L’“adaptive cruise control” è un dispositivo di regolazione della velocità con controllo automatico della distanza via radar. E’ attivo tra 0 e 200 km/h ed è in combinazione con l’assistente di frenata “braking guard”, che prevede due livelli di avviso per il conducente in caso si profili una situazione di pericolo.

L’ “Audi side assist” sorveglia l’angolo morto e la cosiddetta zona di avvicinamento mediante tecnologia radar e, con segnalazioni luminose alla base dei retrovisori esterni, informa il guidatore nel caso in cui stia per eseguire un cambio di corsia pericoloso. L’“Audi parking system advanced” utilizza una videocamera posteriore e riporta le immagini sul monitor del sistema MMI; linee e superfici colorate facilitano le manovre di parcheggio.

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDIIl programma elettronico di stabilizzazione ESP della Audi Q7 4.2 TDI, molto sensibile, garantisce la massima sicurezza. Prevede funzioni speciali per la guida in fuoristrada e in discesa; con carico al traino stabilizza il rimorchio, qualora esso tendesse a sbandare, inviando impulsi frenanti dosati. I quattro dischi dell’impianto frenante idraulico sono auto-ventilanti e di dimensioni perfettamente adeguate; come in una vettura sportiva le pinze anteriori sono dotate di sei pistoncini. A richiesta è disponibile un sistema di controllo della pressione degli pneumatici che attiva una spia di segnalazione sul display del cruscotto in caso di perdita di pressione di una ruota. Nell’ambito dell’intrattenimento la Audi, offre un intero sistema modulare. Tra questi figura anche la “Audi Music Interface” (MMI basic) con impianto audio CD ampliabile in tre livelli di configurazione fino a diventare una centrale informativa HighEnd con sistema di navigazione incluso. Ad esso è infatti possibile collegare mediante USB, sia gli attuali iPod di Apple che gli altri lettori mp3. Inoltre, per gli amanti dell’alta fedeltà, dalla seconda metà dell’anno sarà possibile ordinare un equipaggiamento optional particolarmente esclusivo: l’impianto audio dello specialista danese Bang & Olufsen, dalla sonorità a livello HighEnd e raffinato design. Altissima la qualità dei dettagli, nella tradizione tipica sia del marchio danese sia della Audi. Quattordici altoparlanti attivi, la speciale tecnologia Acoustic Lens di Bang & Olufsen e ben 1000 Watt di potenza di amplificazione, resa possibile grazie all’articolata tecnica degli amplificatori, generano un’esperienza sonora di affascinante spazialità e fedeltà di dettaglio. Il pacchetto “Design pelle” conferisce agli interni un tocco di lusso discreto, mentre il portellone posteriore elettrico facilita le operazioni di carico. Un nuovo elemento per la sicurezza entrato a far parte del bagaglio tecnico e disponibile come optional è il sistema di assistenza “Audi lane assist” che, mediante leggere vibrazioni al volante, informa il guidatore quando supera la linea di demarcazione della propria carreggiata senza aver inserito la freccia.

L’equipaggiamento: la raffinatezza del lusso

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDILa Audi Q7 offre molti elementi interessanti sia per gli esterni, dalla linea dinamica, sia per gli interni, estremamente spaziosi grazie alla lunghezza complessiva della vettura di 5,09 metri: cerchi di 21 pollici, ad esempio, tettuccio in vetro “open sky system” e sistema di guide per il grande vano di carico (con una capienza massima di ben 2035 litri). Il climatizzatore automatico comfort è di serie; i sedili offrono una gamma di configurazioni estremamente variabili. Come tutte le Audi Q7 anche la 4.2 TDI è disponibile in versione a 5, 6 e 7 posti. La nuova Audi Q7 4.2 TDI vanta un equipaggiamento di serie lussuoso e raffinato. Il pacchetto “Design pelle”, ad esempio, è disponibile a scelta con inserti in alluminio o in tre diversi tipi di legno e con rivestimenti dei sedili in pelle Cricket. I sedili anteriori sono dotati di riscaldamento elettrico. Computer di bordo, tempomat, volante multifunzione e il tanto apprezzato sistema MMI basic aumentano ulteriormente le comodità a bordo. Un dettaglio pratico è costituito dal portellone posteriore ad azionamento elettrico, con angolo di apertura programmabile a seconda delle esigenze. Altri classici elementi del linguaggio formale Audi che plasmano le fiancate sono l’arco della linea delle spalle e la linea dinamica. Anche al suo interno la Audi Q7 risponde ai requisiti classici del marchio Audi, coniugando un’eccellente qualità delle finiture a una grande semplicità di utilizzo. Generosa la suddivisione degli spazi e selezionati e lavorati accuratamente i materiali degli interni. Numerosi sono i vani portaoggetti, tra cui un portabottiglie per ciascuna delle quattro portiere e due portabicchieri per ogni fila di sedili. A richiesta la Audi offre un climatizzatore automatico a quattro zone e il grande tettuccio in vetro suddiviso in tre parti “open sky system”.

Primo contatto Novità: La Audi Q7 4.2 TDIQuesto SUV schiude nuove dimensioni di versatilità in quanto consente almeno 28 configurazioni di seduta e di carico. Di serie la Audi Q7 è prevista come versione a 5 posti. Nella seconda fila gli schienali dei sedili sono regolabili in inclinazione e la parte centrale può essere utilizzata come passante per il carico. A richiesta i sedili hanno regolazione longitudinale: i passeggeri possono usufruire di uno spazio per le gambe che non ha eguali in questo segmento. Nella configurazione a 6 posti la Audi Q7 prevede tre file di sedili con 2 posti ciascuna. Nell’opzione a 7 posti, invece, i passeggeri sono suddivisi in tre file di sedili (2, 3, 2). Grazie a un meccanismo intelligente, le due file posteriori di sedili possono essere completamente ribaltate così da portare la capacità del vano di carico da 330 a 2035 litri. Nella configurazione a 5 posti la Audi Q7 ha un volume di carico di 775 litri, una larghezza di carico di 116 cm e un doppio piano di carico che cela un contenitore appositamente studiato per ospitare oggetti sporchi. Una soluzione pensata per i Clienti più sportivi prevede invece un sistema di guide, una sacca porta sci e un porta-biciclette. Con il gancio di traino, disponibile come optional e, a richiesta, nella versione a scomparsa con azionamento elettrico, la Audi Q7 4.2 TDI ha un carico al traino ammesso (rimorchio frenato) di 3,5 tonnellate.

Per dare un’impronta ancora più sportiva sono disponibili due pacchetti: il pacchetto “S line exterior” e il pacchetto sportivo “S line”. Disponibili anche cerchi in alluminio fino a 21 pollici di diametro. Chi invece preferisce un look più aggressivo può scegliere fra tre pacchetti “Offroad Style”. Inoltre sono disponibili pneumatici da fuoristrada in formato 235 R 18 e predellini in acciaio inossidabile. Un optional HighTech è il sistema “adaptive light”, che combina proiettori xeno plus, luci di svolta dinamiche e luci diurne.

La Audi Q7 4.2 TDI sarà presso i concessionari da maggio 2007. Il prezzo di base è di 73.900 Euro.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.