Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Primo contatto Jaguar XKR Facelift

Primo contatto: Jaguar XKR Facelift

Jaguar XKR: eleganza sportiva

24.03.2009

Il club delle auto da 500 CV festeggia l’ingresso di una nuova socia. Alle supersportive del calibro di Corvette ZR1, Dodge Viper, Porsche GT2, Audi R8, BMW M6 e Mercedes CLK 63 AMG si è ora affiancata anche un’auto britannica. Si tratta della Jaguar XKR, rielaborata in maniera molto evidente e dotata ora di motore V8 a compressione, nuovo di zecca. Prima di qualsiasi test, i 510 CV dichiarati sono garantiti soltanto sulla carta. Sulla pista da corsa sono stati poi impressi con incredibile vigore ed energia.

Abbiamo provato quest’auto a Siviglia, dove si trova una nuova pista certificata dalla FIA che, grazie anche alla possibilità di scegliere tra 26 combinazioni di percorso, offre un contesto adeguato per scatenare nella XKR una sportività che in passato non aveva mai avuto. Nonostante la felice riuscita, la rielaborazione dell’abitacolo di questa Jaguar costituisce un aspetto soltanto secondario: l’allestimento prevede un differenziale autobloccante e ammortizzatori adattivi, freni più grandi e un motore a compressore da 5 litri di nuovo sviluppo.

Gallery: Primo contatto Jaguar XKR FaceliftIn pista

Oltre a percorsi molto vari, ricchi di serpentine e curve cieche da terza marcia, la pista Monteblanco offre agli appassionati uno dei rettilinei più lunghi.

Quest’auto sportiva dal peso di 1,7 tonnellate ispira un enorme senso di compattezza, grazie anche ai sedili dai contorni ben delineati, dotati ora di spalle regolabili. E’ possibile portare rapidamente sedile e volante in posizione ottimale, nonché disattivare in fretta climatizzatore, sistema di ventilazione dei sedili e qualsiasi altro elemento che consuma inutilmente (radio compresa)! Il cambio automatico a 6 marce ZF di nuova rielaborazione viene comandato attraverso l’apposita leva applicata sul volante, mentre il compito di sintonizzare il telaio viene affidato all’apparato elettronico.Gallery: Primo contatto Jaguar XKR FaceliftL’ESP viene disattivato premendo un semplice pulsante per passare alla modalità sportiva, con cui, tra l’altro, viene controllata la prontezza ai comandi dell’acceleratore e il sound dell’impianto di scappamento.

Divertimento in curva

Già dalla prima curva si assapora un piacevole divertimento, grazie al cambio automatico programmato in modo intelligente. Ci si può concentrare completamente sul punto di frenata e di inizio svolta, affidandosi all’esperto co-pilota che scala le marce ad hoc subito all’inizio della frenata: il cambio ZF preseleziona le marce ideali al momento ottimale, all’inizio della svolta è innestata la marcia giusta, per cui è necessario preoccuparsi soltanto dell’accelerazione e dell’aumento del rapporto.Gallery: Primo contatto Jaguar XKR Facelift

Mentre si percorre una serie di curve in rapida alternanza, la XKR non causa un coricamento laterale, come ci si potrebbe aspettare dal comfort tipico della casa britannica. Gli ammortizzatori Bilstein vengono controllati attraverso una serie di apparecchiature elettroniche ulteriormente affinate rispetto al passato. Da adesso in poi non esiste più solo “molle” e “duro” come prima, bensì è possibile una regolazione continua, anche in tutti gli stati intermedi, secondo le esigenze del momento: le coppie di imbardata, beccheggio e rollio della carrozzeria vengono misurate fino a 100 volte al secondo, operando quindi un conseguente adattamento degli ammortizzatori. Le sospensioni vengono controllate addirittura ogni 0,002 secondi da un sistema chiamato “adaptive dynamics”, che provvede a mantenere le ruote a terra anche durante la guida in condizioni estreme.

Controllo del grip

Gallery: Primo contatto Jaguar XKR FaceliftQuesto sistema è ideale per controllare il grip, l’agilità e il controllo da parte del conducente. Il telaio è assistito in modo perfetto da un differenziale autobloccante attivo a comando elettronico, che garantisce soprattutto una spinta ancora migliore durante l’accelerazione a fine curva. Il differenziale autobloccante provvede ora a inoltrare la forza di propulsione alla ruota, all’esterno della curva, rendendo così una maggiore forza sull’asfalto e aumentando l’agilità e la maneggevolezza in curva di quest’auto a trazione posteriore.

Anche l’impianto frenante e lo sterzo sono stati perfezionati per l’uso su pista, cosa che però Jaguar non ama mettere troppo in evidenza. In effetti, la XKR non vuole essere una vera e propria track-car, come le compagne di categoria elencate all’inizio, anche se questa Jaguar più veloce deve poter riuscire ad affermarsi e convincere anche a tal riguardo. A questo scopo sono indispensabili uno sterzo diretto, il differenziale autobloccante sopra citato (e giudicato positivamente) e i freni resistenti al fading.

Cuore pulsante

Gallery: Primo contatto Jaguar XKR FaceliftIl motore di quest’auto è un concentrato di potenza e capacità di girare agevolmente a regimi elevati. Inoltre risulta in grado di armonizzarsi con il cambio automatico e il telaio come nessun altro era mai riuscito prima. Dopo alcuni intrepidi giri di pista non si desidera un cambio né manuale, né a frizione doppia.

Il motore da 5 litri di nuovo sviluppo rende la sua piena potenza tra i 6.000 e i 6.500 giri, per altro con un ruggito sonorissimo, completamente diverso dall’ululato del motore del suo predecessore da 4 litri. La coppia di 625 Newtonmetri di questo V8 viene raggiunta già al basso regime di 2.500 giri e consente uno sprint da 0 a 100 km/h in appena 4,8 secondi. Questi dati di base fanno venire l’acquolina in bocca agli amanti delle potenze elevate e, per di più, il consumo di carburante rimane nell’ordine di quello del motore precedente, dalla potenza nettamente inferiore, per cui batte la concorrenza tedesca:

  • Jaguar XKR 12,3 l/100km (292g CO2/km), 510 CV, 4,8s
  • Mercedes SL 63 AMG 13,9l (330g), 525 PS, 4,6s
  • BMW M6 14,3l (342g), 507 PS, 4,6s

In conclusione

L’esterno della nuova XKR differisce soltanto di poco rispetto a quello del modello precedente. Soprattutto lo spoiler anteriore di nuova configurazione e le luci posteriori attirano lo sguardo. Viceversa i valori interni convincono molto di più di quelli del modello precedente. Il telaio CATS della XK veniva già considerato in precedenza una riuscitissima soluzione di compromesso tra sportività  e comfort; il livello raggiunto attraverso l’attuale rielaborazione fungerà molto probabilmente da benchmark per la concorrenza.

Riguardo alle prestazioni velocistiche, la Jaguar XKR ha già raggiunto il livello delle concorrenti tedesche di Monaco e Stoccarda, dando loro paga riguardo sia allo sviluppo di potenza che ai consumi. Siamo ora ansiosi di conoscere il risultato del primo test comparativo.

Gallery: Primo contatto Jaguar XKR Facelift

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.