Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Primo contatto BMW Serie 4 Cabriolet

Primo contatto: BMW Serie 4 Cabriolet

Linee snelle ed eleganti

04.02.2014

BMW abbandona la capote in stoffa riproponendo nella nuova Serie 4 Cabrio un tetto in metallo. Come già per il modello precedente, anche questa volta i designer della casa monacense sono riusciti a creare un’auto dalla silhouette assolutamente raffinata nonostante il tettuccio ribaltabile: la parte posteriore appare infatti snella, sportiva ed elegante. Tanto di cappello!

Il tettuccio ribaltabile tripartito distingue la Serie 4 Coupé dal Cabriolet lungo 4,64 metri. Premendo semplicemente un pulsante si apre il portellone del vano portabagagli e i tre componenti iniziano automaticamente a impilarsi uno sull’altro e quindi spariscono all’interno del vano di carico. Questo procedimento si può compiere anche se l’auto è in movimento, a velocità fino a 18 km/h, offrendo il piacere di viaggiare open-air ma sempre in maniera assai confortevole, specie se si tiene sollevata la vetratura laterale e si utilizza il frangivento posteriore.

Alcuni problemi di spazio

Gallery: Primo contatto BMW Serie 4 CabrioletIl vano portabagagli, per alloggiare i tre pezzi del tetto in metallo, riduce il suo volume da 370 a 220 litri, sicuramente qualcosa in più rispetto al modello precedente, tuttavia con un foro di carico piuttosto stretto, che potrebbe causare alcuni problemi di spazio. Le operazioni di carico vengono tuttavia in parte agevolate dal meccanismo di sollevamento e abbassamento dei componenti del tettuccio, azionabile attraverso un apposito pulsante. Diversamente il problema si può risolvere viaggiando soltanto in due e ottenendo così una superficie di carico supplementare, soluzione consigliabile a prescindere da quanto appena esposto in quanto, pur trattandosi di una quattro posti, la parte posteriore è abbastanza stretta e non consente a eventuali passeggeri adulti di viaggiare comodamente.

Comfort ai massimi livelli

Gallery: Primo contatto BMW Serie 4 CabrioletGli allestimenti per la BMW Serie 4 Coupé sono Sport Line, Modern Line e Luxury Line, a cui è possibile aggiungere il pacchetto M Sport. Fra le nuove dotazioni si segnalano lo scaldacollo per i sedili anteriori e la possibilità di viaggiare a tetto aperto con la climatizzazione regolata automaticamente in base alla temperatura esterna a alla velocità di marcia. Non mancano neppure i fari full LED opzionali e roll bar di sicurezza posteriori che spariscono dietro i poggiatesta.

Gallery: Primo contatto BMW Serie 4 CabrioletL’allestimento Sport Line  si caratterizza per gli elementi di carrozzeria in nero lucido, i cerchi in lega da 18 o 19 pollici di diametro e le finiture rosse dell’abitacolo. La Luxury Line utilizza invece cromature lucide e modanature interne in legno. Per la Modern Line prevalgono il cromo opaco e alluminio satinato, cerchi con design a turbina e interni bicolore. Il pacchetto M Sport della BMW Serie 4 Coupé aggiunge elementi di carrozzeria aerodinamici come la grembialatura anteriore, il diffusore di coda e le fasce sotto porta, oltre alla vernice opzionale Estorilblau metallizzato, i cerchi M e gli interni in pelle nera e blu.

Al via con tre motori

Per la fase di lancio sul mercato, prevista per marzo 2014, sarà possibile scegliere soltanto fra tre motori, tutti e tre turbo. L’unico Diesel in programma è il 420d, che da due litri di cilindrata sviluppa 184 CV, con un consumo di appena 4,8 litri. Il motore di base a benzina, sempre quattro cilindri, lo batte però con una potenza di 245 CV. Il 428i è disponibile con trazione sia posteriore che integrale. Fin quando BMW non proporrà anche una versione aperta del M4, il 435i, terzo propulsore in programma, costituisce contemporaneamente il modello top e l’unico sei cilindri disponibile.

Gallery: Primo contatto BMW Serie 4 CabrioletLe camere di combustione del motore sviluppano una potenza di 306 CV trasmettendo una coppia di 400 Newtonmetri all’assale posteriore, e possono essere gestite attraverso un cambio manuale a sei marce oppure affidate all’eccellente cambio automatico a otto marce. La prima uscita su strada di quest’ultima combinazione era stata programmata a Las Vegas dove, considerando i limiti di velocità imposti negli Stati Uniti, si è dimostrato convincente in particolare per l’eccellente cruiser.

Più peso, minore velocità

Di fronte agli sguardi severi dei “cops” non è stato possibile accertare se i 5,6 secondi dichiarati per lo sprint standard sono quelli effettivi, tuttavia è certo che, a parità di motorizzazione, il peso di 1.825 chilogrammi rende questo cabrio più lento del coupé, che pesa 225 chili in meno. L’aumento di peso è dovuto soprattutto ai rinforzi necessari per via dell’assenza del tettuccio e dei montanti B e C. Rispetto al modello precedente gli ingegneri sono riusciti ad aumentare la resistenza alla torsione di un ulteriore 40 percento, rendendo la Serie 4 completamente resistente a barcollamento e vibrazioni.

Gallery: Primo contatto BMW Serie 4 CabrioletImpostando la modalità sportiva attraverso l’apposito pulsante, il cambio, il sistema di prelievo di carburante e l’impianto di sterzatura diventano più rigidi, senza però alterare in alcun modo il sound pieno ma non fastidioso che fuoriesce dai due tubi di scappamento. Anche il cabrio attraversa le curve con la precisione tipica della casa monacense, e in fatto di dinamismo di marcia non è secondo al suo corrispettivo chiuso. Le differenze maggiori probabilmente emergeranno soltanto sulla pista da corsa, mentre sulle strade provinciali prevale quell’aura rilassata con cui i cabrio sono soliti “cullare” i loro passeggeri.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.