Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Primo contatto Audi RS5

Primo contatto: Audi RS5

Audi RS5

14.05.2010

Con la RS5 Audi lancia la punta di diamante della serie A5, un punto di riferimento in termini di dinamica di guida.

La RS5 sarà disponibile presso le concessionarie a partire da giugno 2010. Il team di ingegneri è stato in grado di estrapolare  450 CV dai motori V8 di nuova concezione e di assemblarli manualmente in un modo unico, che non ha nulla a che fare con i V8 della S5. Il motivo? Audi ha voluto applicare una politica incentrata sulla riduzione della cilindrata, anche se di tipo diverso.

Un V10 indebolito

Gallery: Primo contatto Audi RS5Il V8 FSI pesa 216 Kg e, in realtà, è il motore V10 della R8 “indebolito”. La componentistica è la medesima della versione supersportiva, altrimenti, come afferma il capo progetto della RS5, Matthias Nöthling, “sarebbe impossibile raggiungere simili velocità”. E’ ovvio dato che non si vede quotidianamente un motore V8 omologato per la guida su strada che fa i 8.500 giri. In casa Audi, questo propulsore fa parte dei “motori ad alti regimi” (HDZ, come da sigla tedesca). Senza ombra di dubbio, la RS5 raggiunge immediatamente qualsiasi velocità: pazzesco! Il fratello minore montato sulla S5, anch'egli un V8 FSI, fa solo 7.000 giri al minuto e, in confronto, appare meno potente.

Gallery: Primo contatto Audi RS5Launch Control

Il cambio a sette marce dotato di Launch Control è fondamentalmente una delle principali novità. Grazie a questa strepitosa innovazione, qualsiasi guidatore, in 4,6 secondi, è in grado di raggiungere il tempo di accelerazione standard. La settima marcia viene usata solo come “marcia di risparmio”, il cui obiettivo è quello di ridurre i giri e il consumo (10,8 litri).

Una tecnologia eccezionale

Gallery: Primo contatto Audi RS5Come accade su tutti i modelli Audi, anche la RS5 dispone del regolatore della dinamica di guida, il «Drive Select». Il sistema permette di adattare tutti i parametri a seconda delle esigenze del conducente. Tuttavia, il sistema raggiungerà la sua massima prestazione a partire da ottobre 2010, quando sarà provvisto del sistema di sospensioni (Dynamic Ride Control) e di guida dinamica. Inoltre, la RS5 si caratterizza per un telaio sportivo ribassato di 10 millimetri (rispetto alla S5), colpisce per la sua straordinaria durezza, la sterzata estremamente precisa e una manovrabilità incredibile. Probabilmente, non esiste nessun altra auto sportiva che si lasci portare in modo così semplice e incredibilmente agile.

Gallery: Primo contatto Audi RS5Questa straordinaria manovrabilità si deve, in gran parte, al nuovo differenziale della corona, montato per la prima volta sulla RS5. Questa trasmissione meramente meccanica è posta proprio dietro l’S-tronic e promette una dinamica completamente rinnovata in termini di guida. Una forza massima del 70% raggiunge l’asse anteriore (dapprima il 60%) o del 85% l’asse posteriore (dapprima il 70%). La distribuzione di base è di 40:60.

Il sistema viene chiamato “differenziale centrale della corona” perché questo componente, della dimensione di un pomello, è dotato di due ruote dentate montate a forma di corona. Percorrendo questa stessa strada, il lavoro di Audi ha prodotto altri vantaggi. Il sistema è più corto di 5 cm rispetto al differenziale centrale montato sino ad ora (allo stesso tempo, Audi offre anche i sistemi Haldex e Visco), è più leggero di 3 kg e non genera tensioni alla catena di trasmissione.

Distribuzione attiva

Gallery: Primo contatto Audi RS5Un'altra novità è la distribuzione attiva che caratterizza tutte e quattro le ruote. L'ESP entra in funzione prima che la RS5 slitti in curva sull'asse posteriore. L'angolo di sterzo, il tasso di imbardata e l'accelerazione forniscono le informazioni necessarie sul momento e sulla ruota in cui ci sarà una perdita di aderenza. Il sistema arresta la ruota delicatamente, senza ridurre la forza sulle altre. Questo permette all’auto di tenere in curva, specialmente quanto il manto stradale è bagnato. La RS5 non è predisposta allo sbandamento e si guida come un treno sui binari. Se si disattiva l'ESP, questa funzione supplementare viene meno. La nuova trazione integrale impedisce qualsiasi sbandamento posteriore.

Conclusioni

Grazie al differenziale centrale della corona, al differenziale sportivo, etc., Audi ha creato una RS5 agile, sicura e confortevole nella guida, caratteristiche insolite per il suo segmento. Il motore V8 è un’esplosione di forza e potenza. Senza ombra di dubbio, in situazioni estreme il cambio non si comporta in modo superlativo come ci si aspettava da Audi.

Gallery: Primo contatto Audi RS5

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.