Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Primo contatto Alfa Romeo Giulietta

Primo contatto: Alfa Romeo Giulietta

Alfa Romeo Giulietta

20.04.2010

La nuova Giulietta sarà disponibile nelle concessionarie a partire dal mese di giugno: così Alfa Romeo lancia la sua nuova compatta. Compito della nuova Giulietta sarà quello di sostituire la 147. Il prezzo iniziale, che supera la "barriera psicologica" dei 20.000 €, è indicativo che la nuova Giulietta non vuol esser da meno rispetto alla sua principale concorrente, la Volkswagen Golf VI.

Intimo e personale

È a questo proposito che la Giulietta, con pochi centimetri di lunghezza in più rispetto alla tedesca, concede uno spazio migliore e grazie al design esterno offre un’atmosfera molto più intima e personale. Certo era ora che qualcuno si avventurasse nel segmento C!

Certamente le sue linee sono più azzardate di quelle del best-seller di casa Wolfsburg: un padiglione arcuato in primo piano con due nervi lunghi che terminano nella presa d’aria “trilobata” del marchio, proiettori anteriori con luci diurne a tecnologia LED e linee laterali ascendenti che nascondono le maniglie degli sportelli posteriori. La tecnologia LED è presente anche sui fari posteriori  e il design esterno è particolare: tutto questo ci darà la sensazione di guidare un’auto fuori dal comune.

Gallery: Primo contatto Alfa Romeo GiuliettaLe sue forme gradevoli e curate le permettono di avere un eccellente coefficiente di resistenza, all’altezza della sua massiccia avversaria (il coefficiente di resistenza è 0.31 al pari della Golf). Attualmente la versione a cinque porte è l'unica esistente della Giulietta, dato che il marchio non ha intenzione di pensare ad una versione coupé. E questo già lo avevamo immaginato quando abbiamo scoperto le maniglie degli sportelli posteriori nascoste sotto ai finestrini.

La Giulietta misurerà 4,35 metri di lunghezza, 1,46 m di altezza e 1,80 m di larghezza e avrà un passo di 2,63 metri. Al momento della realizzazione, il gruppo Fiat ha pensato di sfruttare nel telaio nuovi materiali  (come lo Xenoy, la lega di magnesio e l’estruso d’alluminio) che riducono drasticamente il peso aumentando la rigidità torsionale. Ma l’aspetto più importante è che Giulietta nasce su una base tecnica completamente nuova, un piattaforma denominata “Architettura Compact” sulla quale verranno costruite tutti i futuri modelli di Fiat, dalla Bravo alle monovolume. In questo modo il gruppo Fiat risparmierà un bel po’ di denaro nell'investimento, sviluppo e fabbricazione dei modelli futuri.

Interni

Gallery: Primo contatto Alfa Romeo GiuliettaAppena scivoli sui sedili sportivi di tappezzeria rossa dei modelli di prova riaffiorano i ricordi della nostra amata 8C Competizione. Ricordi che sono diventati più presenti grazie ai comandi sulla consolle centrale (levette al posto di pulsanti) che sono situati tra i comandi della climatizzazione e il quadro superiore che controlla la navigazione e il sistema audio. Con le levette si attivano i fendinebbia, il sistema Start&Stop e il blocco di sicurezza degli sportelli. Un’altra novità nella strumentazione è uno schermo a scomparsa per il navigatore, situato sul cruscotto. Oltre alle informazioni ordinarie, è possibile anche visualizzare i dati meccanici, come la pressione di sovralimentazione del turbo o il grado di accelerazione istantanea, gestibili attraverso il selettore Alfa DNA, di serie su tutta la gamma.

Gallery: Primo contatto Alfa Romeo GiuliettaI rivestimenti dell’auto appaiono solidi e di alta qualità anche se può sembrare che ci siano pochi spazi “svuota tasche” e che il vano portaoggetti sia molto piccolo (anche se è profondo e può essere refrigerato). In alcune versioni, a seconda dell’equipaggiamento, vi sono dettagli come il volante con parti in similpelle, pedali sportivi e diverse combinazioni di colori per il cruscotto.

Quadrifoglio Verde

I cinque motori disponibili al momento del lancio sono tutti turbocompressi e si attengono rigorosamente alla normativa Euro 5. Ci sono due diesel e due benzina a cui si aggiunge infine il brillante propulsore nello sportivo allestimento Quadrifoglio Verde. Questo propulsore sportivo da 235 CV e quattro cilindri in linea è il modello più veloce della gamma (100 km/h in 6,8 secondi) e ha avuto anche l’onore di essere l'Alfa Romeo con la maggiore potenza specifica (135 CV/litro).

Gallery: Primo contatto Alfa Romeo GiuliettaFino a 170 CV

Alla base della gamma benzina c'è il 1.4TB da 120 CV, affiancato dal 1.4TB MultiAir da 170 CV, mentre per i diesel si può scegliere fra il 1.6 JTDM da 105 CV e il 2.0 JTDM da 170 CV, entrambi appartenenti alla seconda generazione dei propulsori JTDM. A tutti questi propulsori è abbinato un sistema di serie di accensione e spegnimento automatici e un cambio manuale a sei marce. In un secondo momento sull'Alfa Romeo Giulietta sarà disponibile il nuovo cambio automatico a doppia frizione, in diretta concorrenza con il DSG Volkswagen. La differenza sta nel fatto che l’Alfa è ancora sprovvista di leve sul volante, sempre più necessarie per questo tipo di cambio.

Dati tecnici
 
Marca e modello   Alfa Romeo Giulietta   Alfa Romeo Giulietta
Allestimento   1.4 TB 120 CV   1.4 TB 170 CV
Specifiche        
Lunghezza/larghezza/altezza (mm)   4351/1798/1465   4351/1798/1465
Distanza tra gli assi (mm)   2.634   2.634
Diametro di sterzata (m)   10,9   10,9
Peso (kg)   1355   1365
Vano portabagagli (l)        
Pneumatici   205/55 R16 91V   205/55 R16 91V
Motore        
Cilindrata (cc)   1368 (4 in linea)   1369 (4 in linea)
Potenza (cv)   120   170
Coppia massima (Nm/rpm)   221 a 1750   250 a 2500
Trazione   Anteriore   Anteriore
Cambio   Manuale, 6 velocità   Manuale, 6 velocità
Consumo        
Carburante   Benzina   Benzina
Urbano/Extra Urbano/Combinato (l/100km)   8,4 / 5,3 / 6,4   7,8 / 4,6 / 5,8
Emissioni di CO2 (gr/km)   149   134
Consumo durante il test (l/100km)   N.D   N.D
Caratteristiche        
Accelerazione 0-100 km/h (s)   9,4   7,8
Recupero 80-100 km/h (s) in 4ª   8,2   7,3
Capacità del serbatoio (l)   60   60
Velocità massima   195   218
Prezzo        
Euro   -   -
 
Più dati
Meno dati
 

Gallery: Primo contatto Alfa Romeo GiuliettaSu tutta la gamma, il record del consumo più basso è dato dall’ 1.6 JTDM da 105 CV, il cui consumo medio "promesso" nella scheda tecnica è di soli 4,4 litri e a tempo debito lo proveremo. Nella direzione opposta, il motore più veloce e con prestazioni migliori è l’1.4 TB Multiair da 170 CV, che raggiunge una velocità massima di 218 km/h e un’accelerazione fino a 100 km/h in 7,8 secondi, in cambio di un consumo di 5,8 litri. Abbiamo provato questo motore per un attimo durante la presentazione e il risultato del consumo è stato del tutto positivo: il computer di bordo ha segnalato 10,4 litri dopo aver completato il test, considerando anche che il tragitto ha coinvolto frequenti sorpassi, accelerazioni a fondo e rapide salite di montagna.

Conlcudendo

L’Alfa Romeo Giulietta può tenere il passo di una Golf, se tralasciamo alcuni dettagli di attrezzature e tecnologie, come ad esempio la mancanza di leve sul volante  per effettuare il cambio automatico o extra particolari come i sensori di parcheggio o una camera per la visualizzazione posteriore. A parte questo, di cui poco ci importa, il prezzo è simile e lo sviluppo del nuovo telaio è eccellente; i motori inoltre sono fatti per durare e il design particolare spicca realmente tra gli altri. Ora si che arriva la riconquista sentimentale di Alfa Romeo.

Gallery: Primo contatto Alfa Romeo Giulietta

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.