Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Presentazione VW Polo, Golf & Passat Bluemotion

Presentazione: VW Polo, Golf & Passat Bluemotion

VW Polo, Golf & Passat Bluemotion

20.11.2009

Esistono già più di venti versioni ecologiche Volkswagen. Le ultime arrivate sono state la Polo, la Golf e la Passat e tutte e tre emettono meno di 120 grammi di C02 per chilometro. I loro consumi sono molto ridotti grazie ad un affinamento dei motori diesel, ai sistemi di risparmio come lo Start&Stop e ad alcune modifiche aerodinamiche.

Sebbene il marchio “Bluemotion” si possa acquistare come pacchetto opzionale per molti modelli della gamma (come nel caso della Passat CC, della Tiguan e prossimamente anche della Scirocco) esistono adesso tre versioni specifiche che uniscono soluzioni tecnologiche (sistema di avvio e arresto, l’indicatore di marcia consigliata e recupero dell’energia di frenata) a una serie di elementi aerodinamici come gli spoiler o i pneumatici a basso attrito. Dalla Passat alla Golf, passando per l’ultima generazione della Polo, che con un consumo di appena 3,3 litri raggiungerà una autonomia di oltre 1.350 chilometri.

Polo: 3,3 litri

Gallery: Presentazione VW Polo, Golf & Passat BluemotionDotata di un nuovo motore 1.2 TDI (da 3 cilindri), la nuova Polo Bluemotion arriverà presso le concessionarie nel 2010. Possiede un equipaggiamento specifico che la differenzia dal resto della gamma, come per esempio il telaio ribassato di 10 mm, i cerchi da 15” o pneumatici  a basso attrito. Inoltre, esteticamente sono stati ritoccati l’alettone posteriore e il paraurti, unitamente alle nuove bandelle laterali ottimizzate per l’aerodinamica. L’ultima innovazione, non meno importante, è il rivestimento del sottoscocca per migliorare la resistenza aerodinamica.

In base a quanto afferma il marchio, l’affinamento del motore, grazie al migliorato sistema common rail, ha fatto in modo che la Polo guadagnasse in sonorità e isolamento nell’abitacolo. Abbinata a un cambio manuale a cinque marce, nel quale i rapporti sono stati modificati per permettere regimi più bassi, la Polo Bluemotion è in grado di raggiungere un consumo di 3,3 litri ed emissioni di CO2 pari a 89 grammi per chilometro. Con questa versione le prestazioni prevedono 173 km/h di velocità massima e 13,7 secondi da 0 a 100 km/h.

Gallery: Presentazione VW Polo, Golf & Passat BluemotionIl pacchetto specifico per la Polo Bluemotion comprende l’indicatore di marcia consigliata, il sistema di avvio e arresto automatico, il recupero dell’energia in frenata, telaio ribassato e cerchi leggeri. All’interno, vi sono rifiniture esclusive come le fasce azzurre dei sedili, il sistema di regolazione della velocità, volante e pomello rifiniti in pelle e controllo della pressione dei pneumatici.

Golf: 3,8 litri

Gallery: Presentazione VW Polo, Golf & Passat BluemotionSebbene la Polo faccia un cammino solitario con il suo motore 1.2 TDI, sia la Golf che la Passat condivideranno il propulsore nella loro andatura ecologica. Si tratta di un motore 1.6 TDI con 105 CV il cui sistema di gestione elettronica è stato ritoccato per favorire chiaramente i bassi consumi. In questo modo, questo propulsore eroga 250 Nm a partire da 2.000 giri e può accelerare in 11,3 secondi. Il consumo medio omologato è di 3,8 litri e le emissioni di CO2 si assestano a 99 g/km.  

Una Golf Bluemotion si differenzia per gli inserti cromati della calandra, per i cerchi da 15” con pneumatici a basso attrito e per le bandelle di stile R-Line. Inoltre, monta un alettone con design simile a quello della GTI e simboli Bluemotion sulla calandra e sul portellone.

Passat: 4,4 litri

Gallery: Presentazione VW Polo, Golf & Passat BluemotionAnche la veterana delle tre monta il motore 1.6 TDI da 105 CV dopo aver avuto il 1.9 TDI con la stessa potenza e il 2.0 TDI da 110CV. In questo modo, le prestazioni che ottiene ora sono leggermente peggiori rispetto a quelle che conseguiva in precedenza. Adesso, necessità di 0,6 secondi in più per raggiungere i  100 km/h (12,3 secondi) e la sua velocità massima si ferma a 193 rispetto ai 196 km/h che raggiungeva con il 2.0 TDI. Questa perdita nelle prestazioni ha solo una motivazione: consumare molto meno. Ed è totalmente giustificata, poiché il salto è stato dai 5,1 litri dell’ultima Bluemotion fino ai 4,4 che propone questa nuova generazione. E se non bastasse, le emissioni di CO2 sono al di sotto dei 120 g/km, un risultato che neanche la precedente Passat riusciva ad ottenere.

Gli esterni della Passat Bluemotion presentano dettagli specifici, come l’alettone posteriore, i lampeggianti bianchi, il paraurti in tinta con la carrozzeria e bandelle dell’allestimento R-Line. Questa versione include, per la prima volta, il sistema Start&Stop e un equipaggiamento come climatizzatore, freno di stazionamento elettronico o schermo multifunzione con indicatore di marcia consigliata.

Gallery: Presentazione VW Polo, Golf & Passat Bluemotion

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.