Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Presentazione: Toyota Mirai

Presentazione: Toyota Mirai

Il futuro si chiama "Futuro"

27.11.2014

La prima auto a celle di combustibile di casa Toyota si chiamerà Mirai. Il nome, dal suono dolce e perché no, anche un po' romantico, si può tradurre in tedesco con la parola "futuro": un nome, una garanzia. Mirai rappresenta un grande passo verso un domani più ecologico e innovativo: non un semplice nome, ma un concetto che simboleggia il binomio di ecosostenibilità e genialità.

È stato proprio l'ingegnere e inventore di Mirai, Akio Toyoda, attraverso un videomessaggio, ad annunciare l'immissione nel mercato automobilistico di questo innovativo modello. Innovativo a dir poco: Mirai presenta il futuro, compattandolo in una berlina di media grandezza, che sarà immessa nel mercato giapponese già agli albori del 2015, a un prezzo veramente interessante, che dovrebbe aggirarsi attorno ai 48.000 EUR. Per l'Europa e gli Stati Uniti, invece, occorrerà pazientare fino alla metà dell'anno prossimo.

La caratteristica principale della Mirai si trova proprio nel motore elettrico, animato dalle celle di combustibile a idrogeno. Sorprendentemente il motore si presenta estremamente performante e potente: sono addirittura 500 i chilometri percorribili con "un pieno", valori fino ad adesso impensabili, considerate le caratteristiche delle batterie impiegate nella produzione di auto alimentate a elettricità.

Le automobili elettriche, comunemente, sono viste come modelli convenienti per la vita in città, per percorrenze brevi e saltuarie: grazie a Mirai il paradigma tradizionale viene rivoluzionato. Tutta la comodità di un motore a benzina, sfoltito, però, dei costi del carburante e delle emissioni di anidride carbonica, sostituite, fortunatamente, da innocue nuvole di vapore acqueo che sbufferanno dal tubo di scappamento.

Toyota, con Mirai, si lancia verso un futuro all'avanguardia ed ecosostenibile: è il primo modello di automobile che viaggerà su strada a tutti gli effetti. Sino ad ora, infatti, erano stati presentati solo prototipi e modelli costruiti serie limitate, creati principalmente per studiare la resa di un motore a celle di combustibile. Toyota ha deciso di rendere l'innovazione alla portata di tutti, prevedendo di costruire e immettere sul mercato un migliaio, circa, di Mirai all'anno.

Innovazione chiama innovazione: le altre case produttrici, di certo, non si sono lasciate sfuggire la tendenza che, ci auguriamo, potrà portare auto a basso impatto ambientale sulle nostre strade, in un domani non troppo lontano. Honda, già nel 2016, dovrebbe presentare il proprio modello di auto a celle di combustibile, mentre per le proposte di casa Nissan, Ford, BMW e Daimler occorrerà attendere il 2017.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

L'usato ancora nuovo domani.

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.