Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Presentazione Suzuki GSX R 1000

Presentazione: Suzuki GSX R 1000

Ancora più efficiente

15.11.2011

Le moto supersportive di grossa cilindrata che un tempo erano le grandi protagoniste del nostro mercato, oggi hanno un ruolo più secondario. Nonostante questo, rappresentano ancora il modo migliore per mostrare al mondo quanto siano avanzate le soluzioni tecnologiche dei grandi marchi.

Nel caso di Suzuki, che quest’anno ha fatto un passo avanti importante nel MotoGP con Bautista ai comandi della GSV-R, ha anche un ruolo vincente nel campionato mondiale di resistenza, con 10 campionati grazie al Suzuki Endurance Racing Team. Disposti a mostrare le conoscenze acquisite in tali gare, hanno migliorato molti aspetti della loro amata superbike da strada, la GSX-R 1000.

Evoluzione completata?

Gallery: Presentazione Suzuki GSX R 1000

Quando si tratta di polverizzare i tempi su circuito, che è il motivo per il quale sono pensate e progettate questo tipo di motociclette, il motore ricopre un ruolo fondamentale. Partendo da prestazioni superlative, quest’anno è stata migliorata sopra ogni cosa l’erogazione di potenza e la capacità di soddisfare le esigenze del pilota piuttosto che i cavalli finali, che spesso non sono la cosa più importante. In questo senso, quindi, sono stati alleggeriti i pistoni di un 11% grazie al nuovo design, migliorando la coppia a basso e medio regime. Allo stesso modo, sono stati ridisegnati gli alberi a camme e i profili delle valvole, a favore in questo caso del rendimento ad alto regime, senza compromettere la risposta nella zona bassa e media.

Gallery: Presentazione Suzuki GSX R 1000Tutto questo, unitamente alle restanti modifiche, come la scelta di un terminale di scarico con un solo silenziatore in titanio (adesso in 4-2-1) e la maggiore compressione (da 12,8:1 si passa a 12,9:1) hanno reso possibile una riprogrammazione della ECU e una riduzione del consumo dell’ 8%.

Maggiore controllo e sicurezza

Ad ogni modo bisogna controllare la potenza, pertanto, molte componenti, anche piccole, sono state modificate a tale scopo. A titolo di esempio, si è pensato anche al materiale perfetto per il sedile, che adesso è in pelle ad elevata aderenza. Inoltre, un’opzione quasi obbligatoria per coloro che aspirano a misurarsi con le moto più efficienti del mercato, è l’applicazione di pinze freno monoblocco di ultima generazione, e in questo caso sono state scelte quelle Brembo top di gamma, dorate con le lettere in rosso.

Gallery: Presentazione Suzuki GSX R 1000Sono state modificate anche le regolazioni delle sospensioni (più dolci nella prima parte della corsa), cambiate le gomme e i dischi dei freni, e apportate novità anche a livello estetico, come il fondo del tachimetro in nero e le bordature delle ruote, adesso di colore rosso e con una piccola R.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.