Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Presentazione Citroën C-Zero

Presentazione: Citroën C-Zero

Citroën C-Zero

18.12.2009

Soltanto pochi marchi non hanno ancora adottato una strategia ecologica. Mediante progettazione propria o attraverso accordi con altri costruttori, è certo che la maggior parte ha già pronte le carte da giocare per un futuro sempre più vicino. L’ultimo è Citroën e il suo “asso nella manica” si chiama C-ZERO, un’auto interamente elettrica e solida, ispirata alla iMiEV di Mitsubishi. È senza dubbio un’altra valida soluzione nel mondo delle auto elettriche ormai prossimo…

In realtà, la C-ZERO non è una novità. Mitsubishi, quasi un anno fa, ci presentava le buone prestazioni della sorprendente iMiEV, che adesso si venderà anche mediante il marchio francese. Citroën, sebbene non abbia progettato solo quest'auto, possedeva già un’auto elettrica di produzione propria (la Berlingo First Electrique) della quale ha prodotto più di 5.000 esemplari.

Consumo “Zero”

Le prestazioni sono identiche alla iMiEV, perché il motore è esattamente lo stesso, elettrico da 64 CV in grado di erogare 180 Nm di coppia motrice alle ruote posteriori. Il suo sistema di alimentazione è costituito da 88 unità di immagazzinamento di energia (batteria agli ioni di litio) che consentono un’autonomia di circa 160 km. Stando a quanto afferma Citroën, e anche secondo Mitsubishi, l’autonomia di questa nuova generazione di batterie non è penalizzata dalla modalità in cui le ricarichiamo, vale a dire, non è importante che le batterie siano state o meno scaricate completamente per migliorarne il rendimento all’atto della ricarica.

Evidentemente, la Z-Cero non consuma carburante perché non lo utilizza, non emette nemmeno gas nell’atmosfera e il livello di rumore è molto basso. In base al primo contatto avuto con la iMiEV, notiamo che si tratta di un’auto che praticamente può avere la stessa utilità di una con motore convenzionale. Può raggiungere i 130 Km/h, accelerare in circa 15 secondi (a noi è parso che lo facesse anche in meno tempo) e offrire una relativa comodità ai passeggeri anteriori. Nella parte posteriore, possono viaggiare comodamente due persone in fase di autonomia dell’auto e il bagagliaio prevede un volume di carico di 170 litri.

Due modalità di ricarica

Come di consueto, per le auto elettriche il processo di ricarica può avvenire in base a due modalità: attraverso la convenzionale presa da 220V (che richiede circa sei ore per una ricarica completa) e mediante una presa di corrente trifase da 400V in grado di ricaricare interamente l’auto in meno di un’ora.

Equipaggiamento

La C-Zero prevede di serie un equipaggiamento abbondante e necessario come il controllo della stabilità, sei airbag, servosterzo e ABS. Sfortunatamente, lo sbarco di queste auto elettriche prevederà per i primi anni una spesa elevata. Al momento di annunciare la produzione della iMiEV, Mitsubishi assicurò che il prezzo definitivo sarebbe stato superiore a quello di un modello benzina con lo stesso equipaggiamento e la stessa potenza. In tal caso, stiamo parlando di una cifra compresa tra € 10.000 e € 15.000.

Citroën ha approfittato anche dell’informativa riguardante questo nuovo modello, che inizierà a essere commercializzato alla fine del 2010, per annunciare che estenderà il sistema Start&Stop di seconda generazione su tutta la gamma e il lancio di un modello ibrido chiamato DS5 per l’anno successivo, vale a dire, il 2011.

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

L'usato ancora nuovo domani.

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.