Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
 
Stampa questo articolo Invia suggerimento   Twitter
Gallery: Presentazione Bentley Continental GT e GTC V8

Presentazione: Bentley Continental GT e GTC V8

Scuola britannica

27.12.2011

L’introduzione di un motore V8 alla gamma Bentley, nota a livello mondiale per il suo dodici cilindri, potrebbe essere interpretata unicamente come una strategia per rendere più accessibili i suoi modelli e fronteggiare in qualche modo la crisi economica.

In realtà, il marchio della “B” alata chiuderà l’anno 2011 con un aumento delle vendite di circa il 40% (in parte grazie alla nuova Continental GT) ed è possibile che il 2012 sia ancora meglio. Non è una questione di risparmio, ma di espansione verso altri segmenti. Normalmente, ogni volta che si ricevono informazioni ufficiali da Crewe (Inghilterra) queste si riferiscono a generosi aumenti di potenza, complesse sofisticazioni del motore 12 cilindri a W o all’equipaggiamento ancora più lussuoso. Questa volta, invece, gli inglesi hanno alzato il piede dall’acceleratore per presentare le versioni più abbordabili ed efficienti del prossimo futuro. Si tratta di un motore totalmente nuovo all’interno della casa, un V8 da 4 litri con 507 CV di potenza turbo alimentato che rappresenterà la versione di accesso per prezzo e potenza alla gamma Continental GT e GTC.

800 km di autonomia

Gallery: Presentazione Bentley Continental GT e GTC V8Sentir parlare di una Continental GT con 800 km di autonomia è poco comune. Ma è la realtà. Bentley non ha fornito dati sui consumi di questo nuovo blocco, ha rivelato solo che supererà questo dato di autonomia e disporrà del sistema di disattivazione selettiva dei cilindri, come su altri modelli del gruppo VAG, per esempio l’Audi A8 o la VW Golf. In questo modo, sarà possibile scendere alla modalità “V4” con carichi più leggeri di accelerazione e con transizione e attivazione dei cilindri appena percettibili all’interno dell’abitacolo.

La notevole efficacia che promette Bentley sulla risposta del motore deriva dall’iniezione diretta ad alta pressione, da alcuni cuscinetti a bassa frizione e dalla coppia di turbocompressori installati, che hanno il compito di erogare un’elevata coppia motrice entro un margine molto ampio del contagiri (tra 1.700 e 5.000 rpm). L’erogazione di potenza massima avviene intorno ai 6.000 giri e, stando alle informazioni ufficiali, lo scatto da 0 a 100 km/h richiede meno di 5 secondi con una velocità massima vicina ai 300 km/h.

GT e GTC

Questo gruppo propulsore sarà disponibile sia per la carrozzeria coupé che per il modello decappottabile. Su entrambi i modelli, le differenze rispetto alla gamma riguarderanno una mascherina frontale con bordo cromato, il logo di Bentley rifinito in colore rosso e il paraurti anteriore, adesso caratterizzato da linee divisorie, anch’esso di colore rosso. Nella parte posteriore cambia il doppio terminale di scarico, adesso a forma di otto.

Al momento non è nota la differenza di prezzo tra questo V8 e l’attuale W12 da 575 CV. I dettagli sull’equipaggiamento e il prezzo definitivi saranno disponibile alla presentazione ufficiale che avverrà in occasione del Salone di Detroit 2012, previsto per il prossimo mese di gennaio. (mg/sp-x)

 

Facebook

A più di 83.000 persone piace AutoScout24.it. Diventa fan anche tu di AutoScout24 su Facebook!

Auto usate

Marca
Modello

BMW – Scopri il mondo BMW

MondoAuto

MondoServizi

Sondaggio della settimana

Sicurezza online

Proteggetevi dal furto di dati (phishing), da frodi tramite assegno e offerte poco serie. Navigate in sicurezza grazie ai nostri consigli.