Vernice Metallizzata

Vernice Metallizzata

L’industria automobilistica conosce sin dagli anni sessanta la cosiddetta vernice ad effetto metallizzato o vernice metallizzata, l’utilizzo opzionale su veicoli di serie è cominciato un po’ più tardi, quando l’industria si è piegata al desiderio dei clienti, offrendo la verniciatura metallizzata per un costo aggiuntivo.

La struttura di una vernice metallizzata è multistrato, in quanto la superficie di rivestimento con i pigmenti metallici è vulnerabile e opaca, senza lo strato protettivo trasparente su di essa. Le particelle di metallo all’interno dello strato di colore hanno attribuito il nome alla vernice. Queste consistono per lo più di piccole scaglie di alluminio, raramente ottone e con un metodo spray vengono laccate in camere di combustione senza polveri. Il laccatore deve prestare attenzione ad eseguire una distribuzione uniforme delle particelle nella vernice colorata, in quanto la gravitazione naturale ha come conseguenza una sedimentazione del colore metallizzato nei contenitori. Le particelle metalliche più pesanti affondano nella pittura liquida fino ad arrivare al fondo. Nel reparto verniciatura viene quindi utilizzata una pistola spray cosiddetta a gravità, dove il contenitore della vernice si trova al di sopra dell’ugello del colore. Le normali pistole di verniciatura spray ad aspirazione risultano inappropriate. Nelle bombolette spray, le palline di miscelazione sono essenziali, ma un’apparenza perfetta della verniciatura, per una persona che lo fa solo per hobby, è molto difficile da realizzare.

Negli anni settanta sono arrivate sul mercato le vernici ad effetto metallizzato, che contenevano grandi scaglie di metallo visibili ad occhio nudo, riflettendo la luce in modo impressionante. Erano necessari degli speciali ugelli sulle pistole laccanti per utilizzare questo tipo di vernici. Questa vernice metallizzata “a grandi tratti” era anche conosciuta come vernice cristallina. Lo strato molto più spesso di colore era limitato a veicoli di presentazione e motociclette. Una forma particolare di vernice metallizzata era la laccatura con un effetto madreperla, che rifletteva la luce in diversi colori secondo l’angolo di visuale. Queste vernici sono apparse sul mercato negli anni 80 e sono state utilizzate per automobili costose ed esotiche.

Tutte le vernici metallizzate hanno un rivestimento di lacca trasparente, che aumenta la resistenza dei pigmenti di colore ai raggi UV e fa brillare la vernice. Lo strato di lacca trasparente funziona anche come protezione dalle abrasioni e rende il rivestimento metallizzato facile da pulire. Nella parte frontale del veicolo, possono essere aggiunti volentieri degli additivi elasticizzanti al rivestimento in lacca così da ridurre la relativa fragilità del rivestimento e i danni provocati dai massi durante la guida.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello