TDI

TDI

Su numerose automobili della casa Volkswagen, si può trovare sul lato posteriore accanto alla cilindrata la sigla "TDI". L’acronimo sta per "Turbocharged Direct Injection" e descrive il funzionamento di base della tecnologia motoristica del veicolo in questione. Poiché i motori TDI sono generalmente aggregati diesel, viene spesso erroneamente creduto, che la lettera "D" in TDI stia per carburante diesel. I motori diesel TDI con un turbocompressore, una forma di turbocompressore a gas di scarico, per l’uso in combinazione con la moderna tecnologia ad iniezione diretta. Il gruppo Volkswagen, nel frattempo, ha provveduto a registrare il marchio della descrizione sintetica TDI e ha costruito motori TDI con un buon risultato. Per tutte le consociate, quindi, si possono trovare spesso veicoli diesel di Seat, Škoda e naturalmente anche di Audi con motori TDI provenienti dalla produzione di motori VW.

I motori TDI non sono una novità

L’impressione, che il TDI nei motori diesel sia un’invenzione moderna, è solo parzialmente vera, in quanto per l’origine del diesel ad iniezione diretta bisogna effettivamente tornare indietro alla metà del secolo scorso. In molti motori diesel di quel periodo. Soprattutto nei grandi camion e motori di barche, l’iniezione diretta del carburante diesel è stata un‘ottima soluzione tecnica. Solo per gli aggregati diesel con una piccola cilindrata, come per esempio quelli installati nelle automobili, un controllo del motore convincente è stato per molto tempo un problema tecnico. Solo il moderno controllo del motore completamente elettronico, ha aperto la strada per i motori diesel con una tecnica d’iniezione diretta. Volkswagen è sempre stata una delle aziende pioniere nel campo dei motori diesel e mantiene questa posizione anche nel mercato di oggi.

La tecnologia dei motori TDI

Una caratteristica speciale dei motori TDI è la completa assenza di elementi come una pre-camera e una camera di rotazione. Nei motori diesel tradizionali, il carburante viene compresso in queste camere e poi polverizzato per garantire una combustione ottimale nelle fasi successive. Con l’iniezione diretta di carburante nella camera di combustione e con una superficie ridotta della camera di combustione, l’efficienza dei motori TDI aumenta notevolmente e rende i veicoli TDI economicamente molto sostenibili con un basso consumo di carburante, nonostante il turbocompressore affamato di potenza. Purtroppo c’è anche un rovescio della medaglia, in quanto il livello medio di rumore die motori TDI è di solito molto più elevato rispetto ai motori diesel convenzionali.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello