Pneumatici invernali

Pneumatici invernali

I pneumatici invernali sono ruote speciali, prodotte ed ottimizzate per la stagione fredda. Grazie a una mescola morbida della gomma si adattano meglio alla superfice stradale nel caso di basse temperature. Le lamelle lavorate finemente risultano in una migliore aderenza su una superficie allentata, come neve o fanghiglia. Per distinguerle e riconoscerle dai pneumatici estivi, le ruote invernali presentano la sigla M+S (Mud and Snow) oppure il simbolo di un fiocco di neve. Tuttavia il concetto di penumatico invernale non è protetto, per cui vi sono differenze significative a seconda del produttore.

I pneumatici invernali non forniscono un chiaro vantaggio solo quando è caduta della neve fresca o quando il ghiaccio domina la strada. Sono a loro agio soprattutto a basse temperature sulla superficie stradale e quindi forniscono risultati decisamente migliori in decelerazione. D’altra parte, si deteriorano molto velocemente alle alte temperature estive e frenano molto peggio dei pneumatici estivi. Pertanto, i pneumatici invernali devono essere montati su tutti i veicoli a partire da metà ottobre fino a Pasqua, quando le temperature esterne scendono costantemente sotto i +7°C.

Nei pneumatici invernali l’indice di velocità non corrisponde necessariamente con la velocità massima del veicolo a motore. Devono essere montate almeno le ruote di tipo Q (fino a 160 km/h). Se l’auto viaggia ad una maggiore velocità, il conducente deve essere informato della velocità minore di questo pneumatico con un adesivo sul cruscotto. Tuttavia, visto che anche in inverno viene utilizzata la velocità massima del veicolo, le gomme della stessa categoria di velocità sono la migliore raccomandazione. Per legge, è sufficiente montare i pneumatici invernali sulle assi di trazione. Chi vuole andare sul sicuro, monterà i penumatici invernali su tutte e quattro le ruote della propria auto.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello