Il gancio da traino

Il gancio da traino

Il gancio di traino, è un’amata opzione nell’acquisto di un veicolo nuovo e viene aggiunto volentieri.

Il principio di funzione non è cambiato dalle sue origini. Un gancio sferico viene saldato al telaio del veicolo. La parte pendente del rimorchio possiede principalmente una mezza sfera vuota, che viene coperta con una leva. In questo modo vengono garantiti sia una connessione solida che una massima mobilità. Oltre al gancio in sé, un gancio di traino possiede anche una presa per le luci posteriori. Un traino senza luci posteriori separate o senza targa non può essere usato sulle strade italiane.

Nella scelta dei possibili ganci da traino, bisogna assolutamente considerare la capacità di carico del veicolo. Oltre a dover tirare il rimorchio, la locomotrice deve anche provvedere una prestazione sicura dei freni. L’usura aumenta notevolmente col trainare. Superando il carico di traino permesso, si rischiano danni pesanti al veicolo e si mette se stessi e gli altri presenti nel traffico, in pericolo. Oltre ad un’irreparabile perdita del telaio, anche freni surriscaldati possono creare lunghi e pericolosi spazi di frenata.

Traini più grossi, dotati di propri freni, devono essere ulteriormente agganciati con un cavo di sicurezza. Con la perdita del traino, il cavo provoca una frenata d’emergenza del traino. Il freno del traino viene azionato attraverso l’incagliamento. Nel gancio del traino è integrato un ammortizzatore che si rivolge ai freni delle assi. In questo modo, i freni della locomotiva non sono sforzati con traini pesanti e lo spazio di frenata viene, di fatto, accorciato. Sono molto sensati i rimorchi da traino che possono essere rimossi. Questi sistemi sono consigliati per l’uso occasionale.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello