GPS

GPS

Il termine GPS sta per Global Positioning System, un sistema di navigazione che è stato sviluppato negli anni 70 negli Stati Uniti. Era utilizzato soprattutto a scopi militari e come guida per i sistemi d’armamento. I missili a lungo raggio possono raggiungere il loro obiettivo solo attraverso l’utilizzo di un sistema GPS. Oggi il GPS è utilizzato anche in ambienti civili e aiuta molti conducenti a trovare la strada giusta come dispositivo di navigazione.

Il nostro globo è circondato da un gran numero di satelliti, che inviano continuamente alla superficie la loro posizione e l’ora corrente. I ricevitori GPS processano queste informazioni. Con la durata del segnale di quattro diversi satelliti, il sistema di navigazione può calcolare la posizione esatta del veicolo sulla terra e disegnarne la posizione su una carta digitale. Con il tempo esatto il sistema può calcolare la velocità con cui l’automobile si muove.

La prima generazione di ricevitori GPS doveva essere installata in modo fisso nel veicolo. In questo caso, la velocità raggiunta da un veicolo, era misurata dai sensori sulle ruote dell‘ABS. Una bussola determinava un punto cardinale, in cui la vettura stava viaggiando, ma la determinazione della posizione era imprecisa. Oggi i sistemi GPS possono essere mobili e sono quindi sempre forniti con carte digitalizzate adeguate anche per i ciclisti e i pedoni. Con la funzione aggiuntiva di Traffic Message Channel (TMC) il veicolo processa tramite il GPS le attuali notizie sul traffico, proponendo degli itinerari alternativi. In questo modo il conducente ottiene sempre il percorso ottimale, che può portare a un risparmio del carburante dal 3 al 5%.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello