Cinghia dentata

Cinghia dentata

Quando si tratta di rispettare sempre precisi tempi di distribuzione meccanica, prima o poi s’incontrerà la cosiddetta cinghia dentata. Anche se il nome è fuorviante e non corretto, questa parola è stata più ò meno fortemente naturalizzata. Il termine corretto per questo elemento è cinghia di distribuzione. L’utilizzo di una cintura di distribuzione nella tecnologia motoristica è relativamente giovane. Il suo utilizzo si è moltiplicato per la prima volta intorno al 1980 ed è stato usato per la trasmissione dei tempi di distribuzione e per un buon funzionamento dei motori a benzina. I motori a combustione più vecchi avevano utilizzato, tutti quanti, catene o una gestione a punteria. Soprattutto nei mezzi agricoli è stato usato questo tipo di azionamento dell’albero a camme ed è sopravvissuto fino ad oggi, poiché le catene o le punterie sono estremamente robuste e sopportano le vibrazioni dei motori diesel come nessun altro.

La cinghia di distribuzione è il legame tra l’albero motore e l’albero a camme. Trasmette il momento angolare necessario per l’attivazione dell’albero a camme in un rapporto fissato. Senza questa cinghia il motore non funziona. Tramite l’azionamento dell’albero a camme sono controllate le valvole di aspirazione e di scarico, determinando così il tempo di lavoro. Solo con un esatto controllo dei tempi il motore può funzionare correttamente. Lo strappo di questa cinghia durante il funzionamento, a causa dell’usura da invecchiamento o da un’installazione non corretta, potrebbe provocare, in seguito, danni molto profondi nel motore. La cinghia di distribuzione è composta di vari strati di fibre di gomma rinforzata e può essere di diversa lunghezza, larghezza e sezione. È costruita come una cinghia trapezoidale dentata sui bordi, solo che una superfice di appoggio più ampia e nell‘insieme una più sottile sezione trasversale.

Oltre all’albero a camme sono spesso azionate da questo cosiddetto timone d’impulso, anche la pompa dell’acqua e quella del servosterzo. Per la corretta direzione all’interno del pozzo della cinghia dentata sono responsabili una o più pulegge così come un dispositivo con un rullo tenditore. La maggior parte dei veicoli dispone di una cinghia dentata; grandi motori possono essere equipaggiati anche con due o tre cinghie di questo tipo. Motori speciali necessitano di molteplici cinghie di distribuzione anche a doppio lato con due superfici di scorrimento. Esistono cinghie dentate con differenti forme di bordi. Le più comuni sono quelle trapezoidali così come semicircolari. Esistono anche cinghie di distribuzione per altri comandi supplementari, come per esempio gli alberi di bilanciamento per i motori diesel. Poiché anche una cinghia dentata si usura, è necessario sostituirla ad intervalli prefissati. Questi variano in base ai costruttori di veicoli e sono di solito dopo una percorrenza di circa 100.000 chilometri.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello