Chip-tuning

Chip-tuning

Il desiderio di una maggiore potenza del veicolo è ancora intatto. Il Chip-tuning dà la possibilità, alle vetture un po’ troppo deboli, di avere più potenza in un modo molto semplice. Solamente quando ci sono le condizioni e si è a conoscenza dei costi aggiuntivi per i componenti.

Il Chip-tuning nei veicoli moderni avviene con la porta ODB del connettore diagnostico. Qui si può trovare la sintonizzazione originale dei dati del veicolo e cambiarli in modo individuale su un banco di prova. Dopo la modifica finale, il nuovo software del motore è di nuovo caricato sul dispositivo di controllo e il veicolo possiede una potenza maggiore. Una sincronizzazione sul banco di prova è il miglior metodo, per esplorare le riserve nascoste del veicolo. Generalmente, un software prefabbricato viene utilizzato sulla centralina del motore. Questo software è stato creato su un modello di riferimento e può così essere utilizzato su modelli identici.

La migliore condizione per un chip-tuning è per le auto con un turbocompressore. Non importa, se il veicolo è alimentato a diesel o a benzina, poiché la potenza durevole è pressoché identica in entrambe le varianti. In sostanza la pressione di sovralimentazione del turbocompressore viene sollevata e altri parametri vengono regolati. Con un Tuning rispettabile, una persona dovrebbe aspettarsi un aumento di circa il 20%. Questo valore è ancora compatibile con elementi di serie, anche se sono più appesantiti a causa della potenza aggiunta. Il produttore però calcola le riserve di durata, che in un tuning serio non sono superate. Specialmente per i veicoli a diesel l’aumento della coppia motrice è problematico, dal momento che il sistema di trazione è molto più potente e soprattutto caricato in modo permanente. Le automobili con motore aspirato possono aspettarsi un amento del 3-5 percento, che è difficilmente percettibile.

In quanto il Chip-tuning è completamente invisibile dall’esterno e non si vede anche durante la revisione, tanti eseguono questa modifica senza comunicarlo all’organo competente. Questo può essere però un problema soprattutto in caso d’incidente poiché gli esperti con il giusto equipaggiamento possono capire velocemente se il veicolo ha più potenza. Se la potenza aggiuntiva non è registrata il veicolo, perderà l’omologazione e anche la protezione assicurativa. Anche in caso di vendita, il chip-tuning deve essere dichiarato apertamente, altrimenti potrebbe arrivare una denuncia per falsa dichiarazione.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello