Candela

Candela

Un elemento molto importante in un motore a benzina è la candela. Tante volte non viene troppo guardata ed è presa in considerazione solo nel caso di una sostituzione durante un tagliando. Anche se una candela non possiede parti roteanti o mobili, l’usura è comunque enorme. La candela è l’elemento scatenante nella combustione della miscela carburante-aria, nella camera di combustione. Anche in un motore diesel è presente una specie di “candela“, ma è necessaria solo nel caso di un motore a freddo, per accendere la miscela diesel-aria. A differenza di un motore a benzina, un diesel è in grado di accendere spontaneamente la miscela di carburante, dopo la fase di preriscaldamento, poiché la pressione nella camera di combustione è molto più elevata. Questo non funziona in un motore a benzina. Esso dipende da un’accensione esterna della miscela aria-carburante. Questo compito è svolto dalle candele.

Anche se esistono molteplici tipi e varie versioni di candele, queste funzionano tutte con lo stesso schema. Nella camera di combustione si trova un foro filettato. In questa sono avvitate una o anche più candele per ogni cilindro; soprattutto nel settore motociclistico esistono cilindri con più candele, nel settore automobilistico, tuttavia, queste si trovano solo sporadicamente. Una candela è costituta da un corpo di ceramica che è isolato dal gambo filettato, il quale contiene un elettrodo centrale. Questo elettrodo centrale, che è molto spesso in rame, conduce la corrente d’avviamento al momento dell’accensione pianificata della miscela di carburanti al cosiddetto spinterometro nella base avvitata. Dato che la tensione d’accensione è di parecchie migliaia di Volt, viene effettuato un volteggio della scintilla contro la massa del veicolo; la scintilla d’accensione. Questa accende la miscela di carburante, compressa in questo momento, nella camera di combustione.

A seconda del tipo di motore vengono utilizzate diverse candele. Ogni tipo di motore richiede la sua specifica variante di candela. Ciò è dovuto ai valori di calore predeterminato o anche al tipo di costruzione. Intanto il valore di calore costituisce la temperatura di combustione libera della zona degli elettrodi dei depositi di cenere. Un problema comune per le candele sono i contatti degli elettrodi bruciati. A causa degli elevati carichi termici è necessaria una sostituzione periodica ad intervalli predeterminati. Un controllo è consigliato periodicamente, anche se non è stato raggiunto nessun intervallo id sostituzione. In questo modo la distanza degli elettrodi può essere rivista e corretta, se necessario. Oltre alle candele con uno spinterometro, esistono anche candele con uno,due, tre o quattro contro-elettrodi.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello