Cambio automatico

Cambio automatico

Quasi tutti sanno quale sia la più grande sfida alla guida già dai tempi della scuola guida: la guida automobilistica in sé non è difficile, basta muovere un po’ il volante e accelerare. Quello che rende la cosa complicata è la frizione e il cambio di marce. Non c'è praticamente automobilista che non abbia bloccato il motore o inserito la marcia sbagliata almeno una volta.

Per questo motivo, sempre più automobilisti desiderano un cambio automatico, così che uno debba davvero solo accelerare, frenare e usare il volante. Il cambio automatico esiste già da diversi decenni, ma ha visto un vero e proprio boom solo negli ultimi dieci, vent'anni grazie all' estremo aumento del traffico. In realtà si può distinguere tra tre tipi diversi di cambio automatico: per primo c’è stato il convertitore automatico, poi il cosiddetto cambio di marce diretto e come ultimo il più comodo cambio a variazione continua.

Un convertitore automatico è provvisto di un convertitore della coppia motrice, il quale converte la coppia del motore in modo da adattarsi sempre all'attuale condizione di guida e funziona in modo simile alla frizione centrifuga di uno scooter nel cambio di marce. Questo ha il vantaggio di un cambio automatico facile da realizzare e relativamente conveniente, ma anche il decisivo svantaggio che si perde circa il 10% della potenziale coppia motrice massima attraverso il convertitore del momento di coppia. Per questo motivo questo tipo di cambio automatico non si è affermato nel campo delle macchine sportive.

Da un po’ di tempo, il convertitore automatico è stato sostituito dal cambio di marce diretto, il quale è composto di due singole trasmissioni e due frizioni: mentre con la prima trasmissione viene inserita una marcia specifica, con la seconda si passa alla marcia superiore e in questo modo il cambio di marce è effettuato grazie alle due frizioni, quasi senza traccia consapevole dall’esterno e soprattutto senza interruzione nella forza di trazione.

La variante più comoda di un cambio automatico è tuttavia il cambio a variazione continua, che viene offerto dalla Audi con il nome di Multitronic. Con questo non ci sono più marce individuali e il motore viene utilizzato costantemente con il numero di giri ideale.

 

Termini

0-9
A
B
C
D
E
F
G
H-J
K
L
M
N
O-Q
R
S
T
U-V
W-X
Y-Z
 
Auto usate
Marca
Modello