Prova su strada

Dopo aver contatto il proprietario e ottenuto tutte le informazioni necessarie sei già a buon punto. Ora devi solo fissare l’appuntamento e prepararti per l’ispezione del veicolo, la prova su strada e la trattativa. In bocca al lupo!

Ora e luogo

Fissa l’appuntamento di giorno, quando c’è ancora la luce del sole. È buona norma testare il veicolo sia in città che su strade secondarie, a velocità moderata nei centri abitati e più sostenuta fuori. Evita le zone molto trafficate e definisci in anticipo un percorso con diversi tipi di carreggiata. Durante il giro di prova, puoi anche fermarti presso un’officina e far controllare il veicolo, chiedendo prima l’autorizzazione al proprietario.

Documenti

Porta con te patente e carta d’identità. Prima di iniziare il giro di prova, chiedi al proprietario di mostrarti i documenti del veicolo. Importante: se la macchina è immatricolata o assicurata, è necessario un regolare contratto di compravendita redatto con cura. Troverai il modello qui.

Giro di prova

Al momento della prova su strada, il motore deve essere freddo, così da poter valutare correttamente la partenza della vettura. Verifica le prestazioni di freni, frizione e di tutte le luci. Controlla il livello dell’olio e se il motore si avvia senza problemi e velocemente. Il motore tiene il minimo in folle e non emette rumori come battiti o cigolii? La frizione si inserisce in modo fluido, senza produrre rumori, e il pedale del freno reagisce velocemente senza doverlo schiacciare più volte? Se puoi, fatti accompagnare da un amico o da un conoscente esperto di auto per avere anche un suo riscontro. Usa inoltre la nostra checklist per l’ispezione del veicolo. Coinvolgi nel giro di prova anche il proprietario dell’auto, così potrai sottoporgli direttamente eventuali dubbi.

Stato del veicolo e chilometraggio

Purtroppo, alcuni venditori falsificano il chilometraggio dell’auto impostando un valore più basso per far apparire il veicolo “più giovane”. Per verificare sei i dati sono attendibili, richiedi le fatture di interventi di assistenza con l’indicazione dei chilometri e controlla l’usura dei sedili, della leva del cambio e dei pedali.

Se la vettura è stata usata in modo discontinuo, ad esempio, all’improvviso è stata ferma per un lungo periodo, chiedi spiegazioni al venditore. Osserva la sua reazione e cerca di capire se le sue motivazioni sono plausibili. Importante: indica il chilometraggio nel contratto di acquisto.

Garanzia e responsabilità

Quando acquisti da un privato, tieni presente che il venditore può declinare qualsiasi garanzia e responsabilità. Dopo l’acquisto, non sarà quindi tenuto a rispondere di eventuali difetti o guasti, a meno che non abbia deliberatamente nascosto la loro presenza.

I concessionari sono invece tenuti a rispondere di eventuali difetti riscontrati nell’arco di 12 mesi, anche se nel contratto compaiono clausole di esclusione di responsabilità. Per maggiori informazioni o domande specifiche, ti consigliamo di rivolgerti a un consulente legale ACI o di fare ricerche mirate in internet.

Suggerimento:

Se desideri avere il parere di un esperto, durante il giro di prova fai esaminare la vettura presso un’officina. Parlane prima al venditore e assicurati che sia d’accordo.

Pubblicità