Prova su strada per la vendita

Un punto cruciale per la vendita è la prova su strada. Molto spesso essa influisce in modo determinante sull'esito finale. Se preparata ed eseguita nel modo giusto, la prova su strada può essere garanzia di successo. Ricordati sempre che accanto ai fatti, anche le emozioni giocano un ruolo importante, e questo è particolarmente vero quando si guida.

Appuntamento

Si inizia con lo stabilire un giusto appuntamento: se possibile, con la luce del giorno, al di fuori delle ore di punta e prendendosi tutto il tempo necessario. Prima dell'inizio della prova, chiedi di farti mostrare la patente di guida e, se possibile, fai una copia della patente o del documento di identità, anche con il cellulare. Proponi un percorso a te familiare e vario e vai anche tu. Potrai così rispondere subito alle eventuali domande; 10-20 minuti dovrebbero essere sufficienti. Per sicurezza, puoi portare con te anche un amico, un vicino o un familiare.

Non far guidare in nessun caso persone di cui non hai visto una patente valida. Perché questo potrebbe costarti caro: reclusione fino a un anno oppure una pena pecuniaria (§ 21 Guida senza patente).

Documenti

Qualora il possibile acquirente desideri dare un'occhiata alla carta di circolazione I (un tempo libretto di immatricolazione) oppure il piano di manutenzione, non c'è nessun problema. La carta di circolazione II (certificato di proprietà) invece non serve per la prova su strada, quind puoi lasciarla a casa.

Stile di guisa

Se il guidatore mostra una guida pericolosa, chiedigli con cortesia di rispettare le norme di circolazione. Prendi nota, eventualmente, dell'ora esatta di inizio e conclusione della prova, per essere in grado di dimostrare in caso di eventuali notifiche di contravvenzione, che non eri tu alla guida. In caso di incidente, l'assicurazione risponde normalmente. Parla in precedenza con la tua compagnia di assicurazione, se dovessi essere registrato come unico guidatore. Puoi recuperare i danni quali un declassamento in caso di bonus-malus da chi ha causato l'incidente.

Controllo in officina

Le condizioni di un'auto usata sono difficili da valutare, poiché molti possibili acquirenti non sono in possesso delle competenze adeguate. Per questo succede che il possibile acquirente, nell'ambito della prova su strada, desideri far controllare la vettura in un'officina. Di solito, dovrebbe comunicartelo in precedenza per chiedere il tuo consenso. In questo modo avrai la possibilità di acconsentire o rifiutare. I costi sono a carico del possibile acquirente.

D'altra parte la proposta di far controllare la vettura in officina può partire anche da te, per convincere il possibile acquirente della qualità della stessa. A tale scopo, sarà sufficiente concordare per la data della prova su strada una visita in un'officina di tua scelta. L'elenco delle officine adatte che si trovano nelle tue vicinanze è disponibile sul portale di AutoScout24. L'esperienza ha dimostrato che questo è un argomento di vendita molto forte e spesso convince il possibile acquirente.

Suggerimento:

  • Evita di effettuare le prove su strada in caso di oscurità e nelle aree solitarie.
  • Non portare mai la carta di circolazione II o il certificato di proprietà alla prova su strada.
  • Chiarisci le questioni relative alla responsabilità o all'assicurazione prima di iniziare la prova su strada e fatti mostrare sempre la patente di guida.
Pubblicità