Passaggio di proprietà

All’atto di acquisto di un veicolo usato, la firma del venditore deve essere autenticata sull’atto stesso di vendita, e successivamente, entro 60 giorni, il passaggio di proprietà deve essere registrato presso l’ufficio provinciale dell'ACI - Pubblico Registro Automobilistico (PRA). È lo stesso ufficio che poi rilascerà il nuovo certificato di proprietà.

Il mancato aggiornamento del certificato di proprietà (Cdp) e della carta di circolazione (da richiedere all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile), comporta sanzioni pecuniarie e il ritiro della carta di circolazione ai sensi dell'art. 94 del Codice della Strada.

Documentazione da presentare:

  • certificato di proprietà (CdP)
  • atto di vendita in una delle seguenti forme:
     - dichiarazione unilaterale di vendita con firma autenticata del venditore, in bollo, redatta sul retro del CdP
     - atto di vendita in bollo redatto in forma bilaterale, con firma autenticata sia del venditore sia dell'acquirente
     - atto pubblico, o sentenza in copia conforme all'originale, in bollo
  • nota di presentazione al PRA su cui va indicato il codice fiscale dell'acquirente
  • carta di circolazione e fotocopia della stessa modulo TT2119 di richiesta d'aggiornamento della carta di circolazione (distribuito gratuitamente presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e dell'UMC)
  • fotocopia di un documento valido di riconoscimento dell'acquirente.

Per effetturare il passaggio di proprietà senza recarti di persona agli sportelli dei diversi uffici, puoi appoggiarti ai servizi ad una agenzia di pratiche auto, che si occuperà di tutte le operazioni.

Pubblicità