Ispezione della vettura

Quando si acquista un’auto usata, la fiducia non basta, ma serve sempre anche un esame scrupoloso della vettura. Infatti, solo in pochi casi la prima impressione si rivela giusta.

In una vettura, più che l’aspetto esterno contano le caratteristiche tecniche. Non farti ingannare dall’estetica, ma cerca qualità concrete. Prenditi tutto il tempo che serve, senza farti mettere fretta. Esamina ogni voce della nostra checklist e chiedi sempre delucidazioni quando riscontri anomalie.

Chilometraggio

Il chilometraggio indicato nel contachilometri è facile da manipolare, quindi non fidarti solo dei numeri che vedi sul display. Per verificare l’attendibilità dei dati, controlla le ricevute degli interventi di riparazione e delle revisioni, nonché l’usura della leva del cambio, dei pedali e del sedile del conducente. Altra cosa sospetta: se la vettura è stata sempre guidata regolarmente tranne negli ultimi 2-3 anni, chiedi delucidazioni al conducente e osserva la sua reazione per capire se le sue risposte sono credibili.

Verniciatura

Ispeziona l’auto alla luce del sole, in un giorno che non ha piovuto. Se la vettura è stata riverniciata, lo riconoscerai dalla presenza di diverse tonalità di colore e dai residui di vernice sulle guarnizioni o sui cristalli. Chiedi al venditore il motivo della riverniciatura e indicalo nel contratto. Verifica se la verniciatura è stata eseguita in modo uniforme e se è stata usata una spatola. Esamina i punti sospetti con un tester per vernici per controllare lo spessore dello strato di vernice.

La ruggine si trova spesso su porte, cofano motore, parafango e nelle scanalature. In tutti gli sportelli, verifica la presenza di ruggine negli scomparti, lungo il bordo dei finestrini e del tetto apribile. Esamina il veicolo anche da sotto e controlla se ci sono tracce di ruggine nei tubi dei freni e della benzina. L’impianto di scarico tende ad arrugginirsi in corrispondenza dei punti di saldatura e delle giunzioni con manicotti, ma è del tutto normale: se necessario, rimuovi la ruggine con un cacciavite. Chiedi quando è stata applicata una protezione del sottoscocca, che in genere consente di coprire tutti i punti soggetti alla ruggine.

Auto incidentate

Chiedi al venditore se la vettura è stata incidentata o se presenta danni. Controlla se le fessure su porte, parafanghi e paraurti sono uniformi. Fai anche attenzione a eventuali irregolarità e differenze di colore nella verniciatura. Ricorda che le riparazioni lasciano sempre delle tracce: generalmente, le viti sono state verniciate insieme alla carrozzeria, quindi, se non è così, chiedi delucidazioni al venditore.

Ruote e pneumatici

I cerchioni e la dimensione degli pneumatici devono essere omologati per il tipo di veicolo (verifica le indicazioni nella carta di circolazione). Idealmente, lo spessore e degli pneumatici invernali ed estivi non dovrebbe essere inferiore ai 4 millimetri, anche se lo spessore minimo obbligatorio per legge è 1,6 mm. Per motivi di sicurezza, su uno stesso asse il profilo e lo spessore degli pneumatici devono essere pressoché identici (la differenza non deve superare i 2 millimetri), mentre fra asse anteriore e asse posteriore possono essere diversi. Se le ruote anteriori sono consumate dall’esterno verso l’interno, il proprietario aveva una guida veloce in curva. Se le ruote sono consumate solo da una parte, le ruote non sono correttamente allineate . In questo caso, richiedi al proprietario di fare una convergenza e di sostituire le ruote. Controlla anche la ruota di scorta, il triangolo, il cric e la chiave a croce.

Cerchioni

I cerchioni in metallo leggero devono essere dotati di protezione antifurto, ossia di una serratura o di una copertura al di sopra dei dadi di fissaggio della ruota: fatti consegnare le chiavi dal proprietario, altrimenti dovrai sostituire a tue spese questi costosi componenti. I cerchioni che non sono di serie devono essere registrati nel libretto di proprietà ed essere dotati di autorizzazione generale all’uso. Se il cerchione della ruota di scorta non è in alluminio, ma in acciaio, devi usare viti di fissaggio apposite.

Cristalli

Verifica che tutti i cristalli, soprattutto quello anteriore, siano privi di graffi. Infatti, l’auto potrebbe non passare la revisione anche per via di un cristallo graffiato solo lateralmente. Tieni inoltre presente che con il tempo le imperfezioni del vetro tendono ad espandersi.

Umidità

Se senti odore di muffa, probabilmente ci sono infiltrazioni di umidità e questo, oltre a una sensazione sgradevole, comporta anche vetri appannati e indica probabili difetti come mancanza di tenuta e ruggine. Solleva i tappetini e tasta la moquette. Nel bagagliaio, tocca il rivestimento laterale per verificare se ci sono tracce di umidità.

Sedili e cinture

Verifica il livello di usura di tutti i sedili e controlla anche tutte le parti metalliche, come la regolazione del sedile e dello schienale. I sedili anteriori si regolano normalmente e scattano correttamente in posizione? Rimuovi i coprisedili e controlla lo stato del rivestimento originale. Verifica che tutte le cinture di sicurezza possano essere tese e riavvolte senza problemi. Scarta le vetture con cinture sfilacciate o lacere.

Telaio e ammortizzatori

Fai dondolare la vettura ai lati. Verifica che la carrozzeria torni a fermarsi senza dover controbilanciare a lungo. Se invece continua a dondolare, gli ammortizzatori non funzionano correttamente. Inoltre, non devi percepire un rumore metallico. Esamina quindi le ruote e scuotile con entrambe le mani. Se traballano, i cuscinetti o le sospensioni dell’asse sono difettosi.

Cambio

Accendi il motore e cambia le marce per verificare che si innestino correttamente e che il cambio non si blocchi o gratti. Testa la frizione: con il freno a mano tirato, cerca di partire in seconda. Se il motore si spegne, la frizione funziona correttamente, altrimenti deve essere sostituita urgentemente e ciò comporta costi aggiuntivi.

Sterzo

Controlla il gioco del meccanismo dello sterzo, girando il volante quando la vettura è ferma (e il motore è spento). Se si lascia girare per oltre due dita di larghezza, senza un rispettivo spostamento delle ruote, il gioco è eccessivo.

Motore

Spesso, nelle vetture usate il motore e il vano motore sono stati lavati per farli apparire più puliti e attraenti agli occhi di un potenziale acquirente. Ma un vano motore “troppo pulito” deve destare sospetti, esattamente come eventuali perdite di olio dal motore e dal cambio. L’acqua di raffreddamento contiene tracce di olio? Sulla barra di misurazione dell’olio c’è dell’acqua? In questo caso, la guarnizione della testata del cilindro non è a tenuta e l’intervento di manutenzione necessario potrebbe essere molto costoso. Chiedi al proprietario se la cinghia dentata è stata sostituita spesso e controlla anche il libretto tagliandi del veicolo, altrimenti potrebbero verificarsi guasti al motore. Inoltre, ispeziona la parte visibile di tutti i flessibili nel vano motore per verificare che non vi siano punti danneggiati o porosi.

Olio

In caso di problemi all’albero a camme e all’albero a gomiti, troverai residui metallici sulla barra di misurazione. Chiedi al proprietario quand’è stata l’ultima volta che ha sostituito l’olio. Se è stato rabboccato più di un litro per 1.000 chilometri, la vettura è sospetta. Fatti confermare per iscritto le quantità di olio usato.

Martore

Guarnizioni o anelli di tenuta strappati in corrispondenza di cavi, sterzo e albero di trasmissione, indicano l’opera di questi animali. Riparare questi danni potrebbe essere molto costoso.

Rumoristà del rumore

Se il motore emette un rumore metallico, la catena di distribuzione non è regolata correttamente ed è assolutamente necessaria una nuova regolazione. Se il motore “cigola”, la tensione della cinghia dentata o trapezoidale non è corretta. Occorre quindi farla controllare e regolare da un esperto per evitare danni ai cuscinetti e alla dinamo.

Regime del motore

Il regime minimo, soprattutto quando il motore è caldo, non deve mai superare i 1.000 giri/min. In caso contrario, chiedi spiegazioni al venditore. La causa potrebbe essere un problema agli iniettori, alla candela di accensione o alla centralina. In quest’ultimo caso, l’intervento di riparazione è molto costoso.

Freni

Non dimenticare di controllare l’impianto frenante: i dischi dei freni devono essere privi di graffi e ruggine. Verifica inoltre che non vi sia ruggine sulle tubazioni del freno e che il livello del liquido dei freni sia corretto. Se le tubazioni sono umide e la quantità di liquido nel serbatoio è insufficiente, il circuito frenate presenta difetti di tenuta che devono essere riparati immediatamente.

Batteria

Una batteria vecchia o difettosa si riconosce dai residui di sporcizia sui morsetti e dai graffi sul corpo. Il livello di acido è corretto? Anche lo stato dell’adesivo ti aiuta a capire quanto è vecchia la batteria. In genere, la normale durata è di 6–8 anni.

Gruppi ottici

Controlla il funzionamento di tutti i fari e ispeziona la struttura esterna. Se un faro è appannato all’interno, sono presenti infiltrazioni di umidità.

Guarnizioni in gomma

Le infiltrazioni di acqua sono causate soprattutto da difetti di tenuta. Controlla quindi che le guarnizioni in gomma di porte, bagagliaio e tetto apribile non siano deteriorate o porose. Quando controlli il tetto apribile, verifica inoltre che i canali di scolo lascino defluire correttamente l’acqua, evitando infiltrazioni nell’abitacolo.

Test dei comandi elettrici

Controlla il funzionamento di tutti i comandi elettrici. Gli alzacristalli e gli specchietti elettronici funzionano correttamente? Le luci dell’abitacolo, il clacson e il tetto apribile sono a posto? L’impianto di climatizzazione si avvia? Questo tipo di controllo richiede poco tempo.

Nelle vetture cabrio

Nelle auto cabrio devi inoltre ispezionare la capote per verificare eventuali segni di usura e difetti. Come prima cosa, verifica quindi che si apra e si chiuda senza problemi. Poi, controlla tutti gli occhielli, i ganci e i pulsanti. Pieghe e parti strappate non sono solo brutte a vedersi, ma costituiscono un difetto vero e proprio. Per controllare al meglio la tenuta, vai in un autolavaggio. Tuttavia, tieni presente che nei modelli più particolari e datati la tenuta non sarà mai al 100%.

Pubblicità